Cassa Lombarda chiude il 2018 in perdita

citywire.it 9.5.19

Cassa Lombarda chiude il 2018 in perdita

Cassa Lombarda chiude il 2018 con una perdita netta di 5,88 milioni euro per l’impatto delle componenti straordinarie.

Gli aum medi 2018 di raccolta gestita, spiega una nota, si mantengono sui livelli di fine 2017, attestandosi a 2,68 miliardi con oltre il 60% delle masse di raccolta indiretta. La raccolta diretta, includendo il dato della liquidità sulle gestioni, si è collocata a fine anno a ? 679 milioni (-8,9%).Gli impieghi assommano a 452 milioni, in riduzione rispetto al 2017 di 28 milioni (-5,9%).

Il cet1 si è attestato al 15,60%, il margine di intermediazione ha beneficiato della crescita strutturale delle componenti commissionali ricorrenti (+7,9%) e della tenuta del margine interessi clientela (+0,8%). I costi operativi, al netto degli accantonamenti ai fondi per rischi e oneri, registrano una contrazione rispetto all’esercizio precedente, grazie agli interventi effettuati per ridurre il costo del personale (-6,3%). Tra gli interventi di natura straordinaria che hanno maggiormente determinato un impatto negativo sui risultati dell’esercizio c’e’ l’accordo relativo al Fondo di Solidarietà, che rientra nel più ampio piano di ricambio generazionale e contenimento dei costi intrapreso dalla Banca, e l’incentivazione all’esodo su base volontaria di alcuni dipendenti prossimi al periodo di quiescenza, per un impatto complessivo una tantum di circa 3,9 milioni; le rettifiche di valore su alcune posizioni creditizie verso clienti, risalenti nel tempo, pari a circa 5,7 milioni a seguito dell’aggiornamento prudenziale dei criteri di valutazione.

Il primo trimestre 2019 si chiude con un utile netto di 964.000, ampiamente sopra sia all’obiettivo di budget che al risultato del primo trimestre 2018. Gli aum a fine marzo si attestano a 4,8 miliardi, in crescita di circa 100 milioni rispetto a fine 2018 (+2%).