Allianz rimane una macchina da soldi: il profitto trimestrale sale a tre miliardi di euro

 Christian Schnell handelsblatt.com 14.5.19

L’ assicuratore di Francoforte Allianz ha presentato i dati per il primo trimestre martedì mattina. Questi sono i fatti più importanti:

  • L’ utile operativo è cresciuto nel periodo da gennaio a marzo del 7,5 percento a tre miliardi di euro . Nell’anno precedente si trovava a questo punto 2,8 miliardi di euro.
  • Il fatturato aumentato nei primi tre mesi del 9,3 per cento a 40,3 miliardi di euro, dopo che era 36,9 miliardi di euro del precedente esercizio.
  • Per l’ intero anno , l’assicuratore continua ad aspettarsi un utile operativo di € 11,5 miliardi e una gamma di € 500 milioni sia su e giù.

Questo è positivo:

L’ alleanza è ancora in corso. Prospettive economiche più deboli , maggiore concorrenza da parte dei nuovi concorrenti e costi elevati dovuti alla ristrutturazione interna non hanno pesato sul risultato . In media, l’alleanza ora guadagna un miliardo di euro al mese. Una macchina da soldi come loro non esiste nel settore finanziario tedesco spesso affamato in lungo e in largo. Un anno fa, gli effetti valutari hanno temporaneamente pesato sui guadagni.

Questa volta l’assicurazione immobiliare è stata particolarmente positiva, con un aumento del 14,2 percento a 1,4455 miliardi di euro. La divisione continua a contribuire quasi alla metà del profitto totale. Il fatturato del settore auto, della responsabilità civile o delle assicurazioni domestiche è cresciuto del 6,3 percento a 19,5 miliardi di euro. Particolarmente positivo: il combined ratio, che mostra se un assicuratore guadagna soldi con i suoi prodotti, è stato nuovamente ridotto di 1,1 punti percentuali al 93,7%.

L’ assicuratore di Francoforte Allianz ha presentato i dati per il primo trimestre martedì mattina. Questi sono i fatti più importanti:

  • L’ utile operativo è cresciuto nel periodo da gennaio a marzo del 7,5 percento a tre miliardi di euro . Nell’anno precedente si trovava a questo punto 2,8 miliardi di euro.
  • Il fatturato aumentato nei primi tre mesi del 9,3 per cento a 40,3 miliardi di euro, dopo che era 36,9 miliardi di euro del precedente esercizio.
  • Per l’ intero anno , l’assicuratore continua ad aspettarsi un utile operativo di € 11,5 miliardi e una gamma di € 500 milioni sia su e giù.

Questo è positivo:

L’ alleanza è ancora in corso. Prospettive economiche più deboli , maggiore concorrenza da parte dei nuovi concorrenti e costi elevati dovuti alla ristrutturazione interna non hanno pesato sul risultato . In media, l’alleanza ora guadagna un miliardo di euro al mese. Una macchina da soldi come loro non esiste nel settore finanziario tedesco spesso affamato in lungo e in largo. Un anno fa, gli effetti valutari hanno temporaneamente pesato sui guadagni.

Questa volta l’assicurazione immobiliare è stata particolarmente positiva, con un aumento del 14,2 percento a 1,4455 miliardi di euro. La divisione continua a contribuire quasi alla metà del profitto totale. Il fatturato del settore auto, della responsabilità civile o delle assicurazioni domestiche è cresciuto del 6,3 percento a 19,5 miliardi di euro. Particolarmente positivo: il combined ratio, che mostra se un assicuratore guadagna soldi con i suoi prodotti, è stato nuovamente ridotto di 1,1 punti percentuali al 93,7%.

Tuttavia, il 2019 sarà un anno di cambiamenti per Allianz. Questo è chiaro dal novembre al più tardi quando Oliver Bäte ha presentato il nuovo piano pluriennale con il titolo “La semplicità vince”. Il mondo del prodotto dell’assicuratore, spesso molto complesso, dovrebbe quindi essere radicalmente sventrato e in futuro essere lo stesso in tutti i paesi. Inoltre, il nuovo assicuratore diretto Allianz Direkt sarà lanciato a novembre.

Anche il programma di riacquisto di azioni di 1,5 miliardi di euro annunciato a febbraio aumenterà la quota. Tra il 14 febbraio e la fine di marzo sono stati riacquistati circa 2,8 milioni di azioni o lo 0,7 percento del capitale azionario in circolazione. Un buon terzo del quarto programma di riacquisto di azioni in due anni è già stato implementato di nuovo.