FOTO ESCLUSIVE: Volete dare un’occhiata all’interno di una clausura domenicana?

Jeffrey Bruno it.aleteia.org 23.5.19

NUN,DOMINICAN SISTERS,CLOISTER

In soli 12 mesi, le religiose del New Jersey sono riuscite a progettare e finanziare l’espansione del loro monastero

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

E come pensate di raccogliere il denaro necessario per questo progetto, sorella?”, hanno chiesto riferendosi alla proposta di espandere il loro antico monastero. La religiosa ha risposto sorridendo: “Dio provvederà!”

E così è stato.

Il 17 maggio, in quest’anno che segna il 100° anniversario del monastero di Nostra Signora del Rosario di Summit, New Jersey (Stati Uniti), sotto un cielo terso, l’odore della vernice fresca era la prova che la fede e la fiducia delle monache erano ben riposte.

Il cardinale Joseph Tobin dell’arcidiocesi di Newark ha pronunciato l’omelia nella Messa di dedicazione e ha scherzato dicendo che rispetto alla Curia romana il progetto era stato realizzato “alla velocità della luce”. Le religiose hanno infatti progettato e realizzato una nuova ala per il loro antico monastero in appena 12 mesi. Come ha affermato uno dei presenti, “forse dovrebbero pensare di entrare nel business delle costruzioni!”

La nuova ala offre lo spazio necessario all’ordine per accogliere postulanti e ospiti e più ambienti in cui svolgere le tante attività delle religiose. È stato aggiunto anche un accesso per disabili prima mancante, che permetterà l’ingresso in cappella di chi è sulla sedia a rotelle o usa un deambulatore.

Suor Mary Magdalene ha messo a disposizione le sue abilità nel campo della falegnameria costruendo una dozzina di letti e tavoli che verranno usati dagli ospiti. Per non far andare nulla sprecato, ha messo da parte buona parte del legname degli alberi tagliati per far posto alla nuova costruzione.

Se in apparenza si è trattato di un lavoro ciclopico per questa piccola comunità di monache contemplative di clausura, c’è una lezione di fede più profonda: il messaggio nascosto è che ogni mattone, ogni litro di vernice e ogni finestra è davvero un dono di fede.

Dire “Dio provvederà” e crederci concretamente rivela un grado di fede troppo spesso trascurato dal mondo. È una fede ancorata nella fiducia, e per cui si prega con amore.

È la fede che ogni persona è invitata ad avere: il rapporto che attende pazientemente. È la fede che potrebbe cambiare il mondo se solo venisse pienamente abbracciata.

E in cima a una piccola collina di Summit, New Jersey, c’è una struttura in mattoni e cemento che proclama al mondo questa verità, una dimostrazione di fiducia e un miracolo di fede.