Il crowdfunding viaggia spedito: superato il mezzo miliardo di franchi

tio.ch 27.5.19

Depositphotos (archivio)

Nel 2018 i finanziamenti collettivi raccolti in rete hanno raggiunto i 516,6 milioni di franchi

LUCERNA – Il crowdfunding è sempre più di moda in Svizzera. Nel corso del 2018, i finanziamenti collettivi su Internet hanno proseguito la loro crescita, arrivando a superare il tetto del mezzo miliardo (516,6 milioni di franchi).

Lo ha indicato oggi, nel suo “Crowdfunding Monitor”, la scuola universitaria professionale di Lucerna, precisando che la cifra raggiunta rappresenta un incremento del 38% rispetto al 2017. Si conferma dunque il trend, già osservato negli scorsi anni, che vede questo fenomeno ampliarsi a dismisura.

La maggior parte del denaro non viene versato a sostegno di progetti culturali o sportivi, bensì confluisce nella concessione di crediti per piccole e medie imprese (PMI) o nell’aiuto a neonate società, si legge nel rapporto.

Lo sviluppo di questo metodo di finanziamento è stato inarrestabile di recente. A titolo di paragone, nel 2015 il crowdfunding ammontava a 27,8 milioni di franchi. Dalla sua apparizione, che data di una decina di anni fa, ha permesso di raccogliere in tutto 1,1 miliardi.

Entrando nel dettaglio, il crowdlending (prestiti) ha generato l’anno scorso 261,9 milioni (+40%) e il crowdinvesting (investimenti) 204,9 milioni (+52%). Il primo consente di rilasciare prestiti ad aziende o privati ed essere remunerati sotto forma di interessi, mentre il secondo offre la possibilità di investire in società o beni immobiliari e partecipare alla distribuzione degli utili.

Sono invece calate le donazioni per le campagne culturali e sportive (-12% a 25,6 milioni), nonostante il numero di progetti sia aumentato, rileva l’istituto lucernese. Secondo gli autori della ricerca, anche nel 2019 il crowdfunding dovrebbe continuare a diffondersi: ci si aspetta una progressione a due cifre, per un volume tra i 700 e i 900 milioni.

La Svizzera figura tra i Paesi in cui il finanziamento collettivo è più usato, con una partecipazione pro capite di 61 franchi. Si tratta di un importo nettamente superiore a quello che si osserva negli Stati vicini.