Veneto Banka, Sabina Veizaj (Gazeta Si) rilancia la nostra inchiesta: in mano di chi sono i suoi debitori albanesi?

Giovanni Coviello Vicenzapiu.com 27.5.19

Veneto Banka e Intesa Sanpaolo Banka su Gazeta Si

Veneto Banka e Intesa Sanpaolo Banka su Gazeta Si

«Veneto Banka, Npl tra SGA, Tranzit e… Intesa Sanpaolo: l’on. Zanettin porta alla Camera l’inchiesta VicenzaPiu.com sul “caso Albania”» titolavamo ieri la notizia che la vicenda Sga – Veneto Banka – Tranzit è sbarcata alla Camera dei deputati italiana grazie all’interrogazione presentata dall’avvocato Pierantonio Zanettin, da quattro legislature parlamentare vicentino di Forza Italia, sulla base della nostra inchiesta iniziata, condotta e ancora in corso  sulle presunte prevaricazioni, da noi segnalate fin dal 1° aprile 2019, subite da ex clienti albanesi di Veneto Banka per opera del del mix di società indicate nel titolo.

Mentre a breve pubblicheremo nuovi sviluppi del nostro lavoro di valutazione di atti e documenti, e mentre i coraggiosi cittadini albanesi che ci stanno supportando attendono le risposte che il Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) italiano, a cui appartiene la Sga spa, darà all’avvocato e deputato vicentino, fino al 2018 anche membro del CSMConsiglio Superiore della Magistratura, l’organo di governo autonomo del magistratura italiana, noi e loro ringraziamo i media albanesi sempre più numerosi che rilanciano i nostri articoli e sviluppano oltre Adriatico i nostri spunti, fornendocene di nuovi per i nostri check in Italia.

Se anche ieri abbiamo riportato titoli e link di alcuni di questi media oggi vi proponiamo con la traduzione Google uno degli articoli, quello di ieri, della collega Sabina Veizaj di Gazeta Siche sta attendendo le risposte a domande da lei rivolte alla Banca Centrale di Albania, responsabile dei controlli (SGA ci scrisse, e Zanettin lo ha riportato nella sua interrogazione, di avere «deciso, per quanto riguarda l’Albania, di dare in gestione in outsourcing delle le posizioni debitorie presenti in loco alla società Tranzit. La Tranzit è un soggetto vigilato dalla Banca Centrale albanese…»).

Sabina Veizaj di Gazeta Si avrebbe rivolto domande anche all’Autorità di Concorrenzaper il suo ruolo nella gestione in Albania di un portafoglio iniziale di NPL per più di 50 mln di euro che, secondo quanto le risulterebbe, «non avrebbe generato alcun introito allo Stato per tassazioni della Sga stessa, società italiana senza sede locale, senza il permesso dell’autorità garante, dello Stato, della  Banca centrale e del MEF albanesi…».

Ecco, quindi, il suo articolo di ieri in cui riassume Aim suoi lettori lo stato dell’arte dell’intricata situazione.

Nelle mani di chi sono i debitori albanesi verso l’ex Banca veneta?

Sabina Veizaj – I mutui di centinaia di albanesi sono andati all’estero e il destino dei loro beni immobili non è noto. Queste sono le garanzie fornite dai debitori di Veneto Banka Albania sotto forma di mutui ipotecari dopo la cessione di quest’ultima nel 2017 al 100% a Intesa Sanpaolo Banka.

Questi mutui sono attualmente nelle mani della società statale italiana SGA (Italia), che ha accettato di riscuotere i debiti della ex società veneta tramite la Tranzit SHPK in Albania con sede nelle Isole Cayman.

Ex dipendenti di Veneto Banka Albania, così come i suoi clienti come depositanti e mutuatari, hanno denunciato al Procuratore questo scandalo, secondo loro, il trasferimento di mutui dall’Albania fuori dai confini.

La storia è iniziata un anno fa, quando Veneto Banka Albania è stata venduta, sotto forma di  assorbimento, al 100% a Intesa SanPaolo Albania e ha licenziato collettivamente circa 70 dipendenti di Veneto Banka.

Da quel momento, i dipendenti hanno creato un account nel social network Facebook sotto il nome di Sindikata Veneto Banka, che per un anno ha denunciato ogni evento finanziario-bancario del Paese, oltre a tutti gli sviluppi derivanti dalla “bancarotta” di Veneto Banka.

Sindikata Veneto Banka ha denunciato il trasferimento sospetto del portafoglio di crediti in sofferenza da Intesa San Paolo alla società statale italiana SGA, che aha autorizzato la società russa americana con sede in Isole Cayman registrata in Albania come Tranzit Sp. H.K.

Sindikata Veneto Banka solleva dubbi sulla possibilità per un’impresa statale italiana come SGA (che paga imposte italiane, non registrata nella Banca Centrale in Albania, senza informare i clienti di Veneto Banka) di prendere decisioni arbitrarie per trasferire le proprie attività fuori dai confini attraverso una società offshore. Inoltre i clienti interessati affermano che le messe in sofferenza di crediti da parte di SGA non sono interamente corrette. Secondo questi clienti i loro prestiti vengono messi a sofferenza anche solo per un ritardo nei pagamenti da alcuni giorni a un mese.

Un’inchiesta giornalistica è stata avviata in Italia. La ricerca è condotta (anche) da bankileaks.com (che fa parte) del network webVicenzaPiù, una piattaforma dedicata per indagare e pubblicare fatti e documenti difficili da trovare, soprattutto nell’area finanziaria e bancaria.

L’inchiesta del network italiano è nata dalla denuncia delle vicissitudini vissute da ex clienti ed ex dipendenti di Veneto Banka di Albania.
Questa piattaforma pubblica un documento (e altri li renderà pubblici nei prossimi giorni come dice) in cui la società SGA rappresentata in Albania da Tranzit SP. H.K. notifica al cliente X che è in ritardo nel pagamento della rata di prestito.

La rete italiana solleva dubbi sull’elevato rischio posto dal “contratto di servizio” tra SGA e Tranzit Sp. H.K. (la società di recupero crediti registrata nelle Isole Cayman e di origine russo-americana attraverso NCH Capital)… La rete italiana solleva dubbi sulle relazioni trilaterali tra Tranzit, Intesa Sanpaolo e SGA, ma questo, dice la rete, resta da verificare.

Sebbene questa vicenda sia in corso da un anno, finora non vi è alcuna risposta da parte delle istituzioni responsabili come il Ministero delle Finanze, l’Autorità di vigilanza finanziaria, l’Autorità garante della concorrenza, ecc.

Il quotidiano “How” ha richiesto informazioni… presso la Banca di Albania, che è il regolatore e il supervisore delle banche di secondo livello nel paese e ha approvato la vendita di Veneto Banka comecaso previsto dalle leggi e dai regolamenti in vigore.

La Banca d’Albania ha avvertito che nei prossimi giorni ci sarà una reazione alla questione in questione.

Riferendosi a… Veneto Banka AD in BAC che si identifica con TIN J71928004K, riferendosi alla decisione della Assemblea Straordinaria Azionisti di Intesa Sanpaolo Albania Bank JSC per l’approvazione della fusione per incorporazione di VB ISP Albania e l’Albania, i rispettivi documenti verificati che VB Albania passa al 100% a ISP Albania a fianco di azioni, debiti, obbligazioni, accordi, ecc., che non rimangono limitati a tale elenco. (i documenti allegati in basso).

Assemblea decisionale Intesa San Paolo

Estratto storico Veneto Banca Albania

L’accordo di fusione con l’assorbimento delle due banche

Non è ancora noto con quale accordo o contratto Intesa Sanpaolo Banka abbia passato la gestione dei crediti deteriorati a SGA e perché e come, su quale base giuridica quest’ultima abbia autorizzato Tranzit Sp. H.K. a raccogliere le passività e sequestrare e trasferire attività Clienti della Veneto Banka fuori dai confini senza farlo sapere.

“La Banca di Albania e l’Autorità garante della concorrenza dovrebbero concedere l’integrazione tra Intesa Sanpaolo Bank e Veneto Banka? Qui arriviamo alla conclusione che questa procedura era illegale. Fallimento delle “banche popolari” in Italia dettato dall’Unione Europea. E questo è quello che dice la Corte europea! I clienti in Albania della Banca veneta hanno perso le garanzie già trasferite in Italia presso SgA spa e gli impiegati della Banca Veneto hanno perso il lavoro. Sì, il Ministero delle Finanze e il governo albanese dovrebbero essere avvisati dei clienti albanesi di queste banche “- è citato in uno dei passaggi di Sindikata Veneto Banka.

In un altro Sindikata scrive: “Strano come le parti buone delle banche venete in Albania non siano andate a SGA spa in Italia, ma a Intesa Sanpaolo Banka? Abbiamo già detto che due banche Intesa Sanpaolo e ABI Bank tramite TRANZIT Sp. H.K. erano molto brave l’una con l’altra. Abbiamo anche qualche altra informazione su questa attività, quale banca era il debito prima che fosse acquistata dalla Banca veneta. Questi fatti sono stati depositati presso l’Ufficio del Procuratore di Tirana e saranno presto resi pubblici. Prevediamo più speranza dall’accusa di rivelare le verità che possiede!Prevediamo più speranza dall’accusa di rivelare le verità che possiede! ”

Sindikata Veneto Banka suggerisce che sta già preparandosi per presentare il caso alla Corte di Strasburgo e che per l’oggetto della causa di Venezia “scomparsa del saldo dei prestiti, i loro mutui” un arbitrato internazionale, dicono, lascerà un disegno di legge molto alto per il danno finanziario al governo albanese responsabile principale e la Bank of Albania.

Vendita di Veneto Bank

Intesa SanPaolo  in Italia ha acquistato la parte migliore (Good Bank) delle attività delle banche della regione  Veneto (Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza), con una mossa che insieme con il decreto del governo italiano di liquidare la loro parte cattiva (bad bank) ha concluso una crisi di ancora almeno due anni e che il sistema finanziario italiano è in fase di sperimentazione, immerso nel peso di crediti in sofferenza.

Poco dopo, la Banca d’Albania ha annunciato che per il settore bancario albanese, ciò significa che “Banka Veneto sh.a”, precedentemente interamente posseduta dal gruppo bancario Veneto Banca, sarà ora di proprietà del gruppo bancario Intesa Sanpaolo “e la sua attività entreranno a far parte di questo gruppo bancario. La condivisione dell’azionista manterrà i buoni indicatori della banca e migliorerà la sua gestione. Come in altri casi simili, il cambio dell’azionista sarà un processo insensibile per l’azienda in generale, per i depositanti e per gli altri clienti della banca.

L’Autorità Garante della Concorrenza ha annunciato nel settembre 2017 che ha approvato la concentrazione realizzata attraverso l’acquisizione di alcune attività, passività e rapporti giuridici di Veneto Banca SpA da Intesa Sanpaolo SpA. Tale concentrazione è stata collegata all’acquisto da parte di Intesa Sanpaolo SpA di alcune attività, passività e rapporti giuridici di Banca Popolare di Vicenza SpA (BPVI) e Veneto Banca SpA, entrambi in liquidazione amministrativa obbligatoria.

Nel mercato bancario albanese l’operazione interesserebbe solo Veneto Banka SHA, attraverso l’acquisizione da parte di Intesa Sanpaolo Bank di alcune attività, passività e rapporti giuridici di Veneto Banka SHA.

Il beneficio della Banca Popolare di Vicenza SpA e del controllo di Veneta Banca da parte della Banca Intesa San Paolo in Italia sarebbe una transazione obbligatoria per evitare le gravi conseguenze sociali che deriverebbero da procedure di liquidazione amministrativa obbligatoria per queste due banche.

La transazione per il prezzo simbolico di 1 EURO mirerebbe ad evitare le conseguenze della liquidazione di queste due banche per circa 2 milioni di depositanti nonché delle attività di circa 200.000 imprese finanziate, sia i gruppi bancari sia, in generale, la crisi dell’economia italiana e i paesi in cui queste banche sono presenti se fosse consentita la liquidazione delle due banche.
Intesa San Paolo è la quarta banca più grande in Albania, secondo le sue risorse.
Riferendosi ai suoi dati del 2018, la banca ha: 168.000 miliardi di LEK
attivi
Depositi LEK 134.45 miliardi di
prestiti LEK 42,15 miliardi di
dipendenti 583 *
Unità bancaria 32