Ordina il vino! Sette consigli su come farlo bene

finews.ch 5.6.19

(Immagine: Unsplash / Scott Warman)

(Immagine: Unsplash / Scott Warman)

Ordini il vino, è l’istruzione del tuo capo che vuole concentrarsi a parlare con i clienti. Stai calmo Con questi suggerimenti andrai d’accordo.

Di Karin M. Klossek , co-fondatrice di GloriousMe.Net

Se ti viene chiesto di scegliere il vino, lo faranno con sicurezza e senza ulteriori richieste. Perché le risposte possibili non ti aiuteranno. Al contrario

1. Nessuna discussione

C’è una ragione per cui ti è stato chiesto di ordinare il vino. Non chiedere in nessun caso e non inserire suggerimenti alternativi sul vino nella stanza. Non andranno avanti con le risposte, ma produrranno più punti interrogativi. Vai con sicurezza e senza ulteriori informazioni sull’ordine del vino. La maggior parte del tavolo sarà grata di assumerti questo compito.

2. Prima restrizione

Ottieni un’impressione della lista dei vini con una rapida prima lettura per vedere quali paesi, regioni e fasce di prezzo esistono.

3. Resta locale

Quasi sempre, i vini del paese o la regione del vino in cui si trova, una buona scelta. A meno che il cibo non avvenga in un paese in cui non viene praticata alcuna viticoltura significativa. Con una scelta locale, puoi mostrare un riferimento al paese e alla regione in cui ti trovi. Inoltre, la selezione è solitamente la più grande lì. Ma non è necessario vederlo in modo dogmatico. Anche un paese adiacente ha senso, se è un classico paese del vino.

Se non hai familiarità con, ad esempio, alcuni dei vini della Svizzera in circolazione, ma per lo più sconosciuti, ordina un buon vino del Friuli o del Veneto italiano a te noto. Ma non andare per i vini con molte miglia o la punta di un paese che non ha primeggiato in passato con vini eccellenti.

Pagina 2 di 2

Un buon sommelier è il tuo alleato più importante. Ma ha bisogno di una guida da parte tua per darti il ​​miglior consiglio. Dagli qualche suggerimento, ad esempio se vuoi scegliere vini diversi per un menu o bere un vino consistente. Nella lista dei vini, indica i vini bianchi e rossi che stai considerando, quindi chiedi la tua raccomandazione.

Quindi il sommelier ha una prima valutazione di quale direzione vuoi andare – e conosce il tuo budget. Un buon sommelier suggerirà alternative che si trovano in una fascia di prezzo simile e spiegherà perché questi vini potrebbero essere ancora più interessanti o anche più adatti al particolare cibo. Un sommelier esperto, che vuole conquistarti come ospite regolare, ti mostrerà i vini consigliati nella lista dei vini. Quindi puoi dire a colpo d’occhio se il vino è il budget per questo specifico cibo.

Se il sommelier non lo fa, ma si descrive solo in toni lirici del vino, si chiede, dove si trova questo vino nella lista dei vini, a causa di una successiva discussione sulla nota spese, che contiene un vino molto costoso o ai volti colpite Round, se il disegno di legge deve essere condiviso, sei libero di fare a meno.

5. … ma il ristorante non ha un sommelier

È meglio scegliere i vini in cui si può essere certi che la maggior parte degli ospiti seduti al tavolo sia soddisfatta. Con il vino bianco di solito hai ragione con un buon Riesling, Sauvignon Blanc o Sancerre. Dovresti evitare lo Chardonnay o altri vini bianchi che vengono spesso fermentati in botti di rovere. Possono essere vini eccellenti; troppo grande, tuttavia, è il rischio che qualcuno del tuo gruppo reagisca con un mal di testa. Pertanto, vai piuttosto sul sicuro.

Per i vini rossi, è un po ‘difficile. Anche se ci sono varietali Pinot Noir, Merlot, Syrah o Sangiovese. La maggior parte dei vini rossi, tuttavia, consiste in una combinazione di queste uve. Inoltre, ci sono alcune peculiarità da paese a paese che richiedono una conoscenza più approfondita del vino.

Per il vino rosso, quindi, di solito è più sicuro concentrarsi su cantine di qualità costante o selezionare i favoriti della folla come una Barbera o una gamma di prezzo medio Bordeaux. Ancora una volta, dovresti giocare sul sicuro e scegliere i vini che conosci tu stesso.

6. naso, occhi e bocca

In questo ordine. Le impressioni più estese di un vino che otteniamo sul naso. Lascia che il campione scivoli delicatamente nel bicchiere da vino e concentrati inizialmente sull’ausilio. Se il vino sa di sughero, lo sentirai più facilmente che assaggiarlo. Tutto il resto è più facile da scoprire attraverso il naso. Il vino ha un odore leggero ed elegante, o è piuttosto ampio o amaro nell’odore? La prima impressione non ingannare. Se non ti piace il vino, non essere timido, dillo subito, prova a spiegarlo e chiedi al sommelier un altro vino.

Se non sei sicuro di aver scoperto un tappo, chiedi a colui che ti ha servito il vino di provarlo tu stesso. Ci sono dubbi, e solo nei migliori ristoranti, si può supporre che il sommelier abbia precedentemente controllato il vino stesso sul sughero. In tutti gli altri ristoranti, è meglio chiedere attenzioni discrete qui prima che il resto del tavolo diventi attento.

Il colore del vino, il modo in cui si comporta sul muro del bicchiere, ti dice molto sulla qualità del vino. Il vino è leggermente frizzante, forma fiocchi stretti o scivola giù dal bicchiere piuttosto lentamente, quasi untuoso? Il campione in bocca fornisce ulteriori informazioni sul fatto che la partenza rispetti ciò che il preludio promette. Un vino eccellente ha entrambi: un buon antipasto e un buon finale.

7. Ancora e ancora

Rallegrati quando ti viene chiesto di scegliere il vino per un gruppo. È probabile che questo ruolo ti arriverà sempre più spesso. E più liste di vini leggi e confronti, maggiore è la tua conoscenza e la capacità di giudicare un ristorante in questo senso.

Si vedrà al primo sguardo se la carta dei vini contiene solo il solito repertorio standard di vini (di solito una serie di società di distribuzione di vini di successo nell’area del ristorante), o se la lista dei vini è stato compilato con l’ambizione e contiene tesori sconosciuti. Questo primo controllo è quindi anche un suggerimento importante, quanto dovresti seguire la raccomandazione del vino nel ristorante o piuttosto affidarti alla tua conoscenza.

Ultimo ma non meno importante, la possibilità di poter gustare un buon vino adatto ai propri gusti aumenterà in modo esponenziale se lo si seleziona per il tavolo rotondo.