Consob: il programma di Savona (Mi.Fi.)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Questa settimana il presidente della Consob presenterà a Milano l’annuale Relazione al mercato. Sarà l’esordio in questa specifica funzione di Paolo Savona. L’occasione è sempre attesa e quasi sempre stimola riflessioni e dibattiti. Questa volta l’attesa è maggiore, trattandosi del primo rilevante atto ufficiale di Savona e capitando questa scadenza in un periodo particolare per la situazione dell’Italia, per i problemi dell’economia e della finanza pubblica, per gli stessi rapporti all’interno del governo. Savona, come si sa, è stato nominato al vertice dell’authority quest’anno. Dunque, a rigore, non potrebbe riferire su quanto è stato fatto dalla Consob nello scorso anno, al quale innanzitutto ci si richiama nella circostanza. Tuttavia per ragioni di continuità una breve sintesi dell’anno nel suo intervento probabilmente non mancherà, essendovi comunque per i riferimenti più puntuali e analitici la Relazione, che è distinta dalle considerazioni che il presidente svolge di fronte agli invitati. Ciò tuttavia è importante perché avrà l’effetto di vedere accentuata, nel discorso del presidente, la parte analitica e propositiva, insomma la parte che guarda ai prossimi mesi e anni. 

Conoscendo la grande competenza e la non comune esperienza di Savona nel “pubblico”, nel “privato” e nell’accademia, scrive Milano Finanza, è immaginabile che egli vorrà sviluppare quei concetti espressi nelle commissioni parlamentari in occasione delle audizioni svoltesi dopo la sua designazione e prima della nomina definitiva. Ciò pone in primo piano gli impegni e i problemi della tutela del risparmio e il modo in cui fissare nell’economia italiana questa grande ricchezza del Paese. Ma a questo fine mai come ora è imprescindibile affrontare i temi della politica economica e di finanza pubblica, i rapporti con l’ordinamento e le politiche europei, i collegamenti internazionali, le stesse decisioni da assumere, da governo e Parlamento, dopo il possibile avvio della procedura di infrazione. Per un’autorità che ha il mandato di regolamentare e tutelare la trasparenza, la correttezza e la diligenza nelle transazioni, nell’operare dei soggetti vigilati e nel mercato finanziario non è indifferente come ciò si inquadri in un disegno complessivo di governo dell’economia che va analizzato non come il classico «cappello» presente tradizionalmente nella Relazione ma come una premessa che rigorosamente alimenti un “continuum” nella valutazione dei problemi più direttamente oggetto del lavoro dell’autorità. Insomma, potrebbe essere un capitolo quantomai essenziale del discorso. In un’analisi della specie Savona, per la sua straordinaria preparazione e con gli apporti della collegialità di vertice, si muoverà a suo agio e fornirà elementi di conoscenza e di proposta sicuramente utili al Paese. 

red/lab 

 

(END) Dow Jones Newswires

June 10, 2019 02:19 ET (06:19 GMT)