Conti pubblici: Fitch; resta incertezza, minibot negativi per rating

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Il confronto tra l’Italia e la Commissione europea sui conti pubblici mettono in evidenza la persistente incertezza sull’ordine di grandezza, la tempistica e la natura dell’aggiustamento di bilancio italiano. 

Lo afferma Fitch Ratings, secondo cui un uso su larga scala dei cosiddetti “minibot” avrebbe implicazioni negative sul rating, la cui prossima revisione è fissata per il 9 agosto. 

Secondo Fitch il confronto con Bruxelles si intensificherà nelle prossime settimane. Il vice premier Matteo Salvini ha detto che l’Italia non accetterà “tagli, sanzioni e austerity” ma altri componenti del Governo, tra cui il premier Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia Giovanni Tria, hanno detto che l’Italia dovrebbe puntare a evitare una procedura di infrazione. Lo scorso dicembre l’Italia ha raggiunto un compromesso con Bruxelles per ridurre il target di deficit nel 2019 ma Salvini, incoraggiato dal 34% dei consensi ottenuti dalla Lega alle elezioni europee, sta cercando di accelerare l’introduzione di una flat tax al 15% per le imprese e gli individui, che sul breve termine porterebbe a un aumento del deficit. 

La previsione di Fitch per il deficit nel 2020, pari al 2,7% del Pil, è più bassa di quella della Commissione perchè implica che il Governo, così come hanno fatto quelli precedenti, adotti misure che in parte compensino la mancata attivazione delle clausole di salvaguardia, anche se il Governo non ha ancora fornito dettagli su questi piani. Un deficit al 2,7% implicherebbe in ogni caso un aumento del deficit strutturale e non sarebbe in regola con i parametri del patto di stabilità e crescita, che richiedono un miglioramento di 0,6 punti percentuali. L’alto livello del debito pubblico è un fattore di debolezza per il rating sovrano dell’Italia BBB, confermato da Fitch a febbraio, e l’assenza di un aggiustamento strutturale è un fattore alla base dell’outlook negativo. 

L’incertezza di bilancio, prosegue Fitch, è legata strettamente alle dinamiche di politica interna. Mentre la retorica di alcuni politici italiani verso le regole del patto di stabilità resta ostile, secondo l’agenzia di rating il Governo resta impegnato nel processo di bilancio europeo. Nella legge di bilancio 2020 dovrebbero emergere piani più dettagliati, che spieghino per esempio come evitare l’aumento dell’Iva. 

Tuttavia, il successo elettorale della Lega alle europee supporta l’opinione di Fitch che le divergenze ideologiche con il Movimento 5 Stelle metteranno sotto tensione la coalizione. L’assunto di base, spiega Fitch, è quello di elezioni anticipate nel corso dell’anno. Questo potrebbe complicare la risposta dell’Italia alla raccomandazione e ritardare l’adozione della manovra; la presenza di un Governo più stabile, con un orizzonte di pianificazione più ampio, potrebbe favorire un aggiustamento di bilancio e una serie di politiche economiche più prevedibili. Tuttavia le previsioni sul bilancio peggiorerebbero se un Governo più aggressivo dovesse provocare instabilità sui mercati finanziari, che rappresenta il principale limite a una politica di bilancio più accomodante. 

Secondo Fitch la riproposizione di piani sul pagamento dei debiti con i minibot rischia di provocare una reazione avversa dei mercato. Il ministro Tria ha criticato questa ipotesi, mentre il sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti ha detto che i minibot non sono una moneta parallela ma “un tentativo per risolvere i debiti arretrati”. A causa della mancanza di un accordo politico Fitch non prevede che il Governo adotti nel breve termine misure per creare i minibot, ma non esclude che questo possa accadere in un certo momento su scala limitata, con l’obiettivo di creare uno spazio fiscale aggiuntivo rispetto alle regole europee o nell’ambito di una disputa con le autorità dell’eurozona. Tuttavia, se i minibot venissero usati per motivi di bilancio su larga scala, è probabile che Eurostat li includa nella classificazione del Governo generale, aumentando in questo modo lo stock del debito sovrano. Inoltre, questo porterebbe alla creazione di fatto di una moneta parallela, indicando un approccio più aggressivo e una potenziale mancanza di volontà di operare all’interno delle regole del patto di stabilità e crescita. Ulteriori discussioni sui mini-Bot potrebbero portare a un aumento dei costi per il finanziamento del debito, anche se i piani non dovessero essere poi applicati. 

Un uso diffuso dei mini-Bot come mezzo di pagamento, conclude Fitch avrebbe inoltre immediate conseguenze negative sui rating. Conseguenze negative potrebbero arrivare anche da dinamiche del debito pubblico più deboli, per esempio a causa di un ulteriore allentamento della politica di bilancio o a più deboli prospettive di crescita del Pil. 

rov 

 

(END) Dow Jones Newswires

June 12, 2019 12:58 ET (16:58 GMT)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.