Il più grande archivio di violazioni di dati del mondo è in vendita

Gabriele Porro wired.it 13.6.19

Have I Been Pwned è il maggiore archivio di dati violati della storia del web: ora necessita di un nuovo proprietario per espandersi, ha spiegato il suo fondatore

(foto: Aytac Unal/Anadolu Agency/Getty Images)

Tory Hunt, fondatore e unico operatore del sito Have I Been Pwned, ha annunciato la vendita del super archivio di account violati poiché necessita di un ampliamento e una maggiore organizzazione: qualcosa che lui, da solo, non può ottenere.

Nel corso degli anni Hibp è diventato il centro di controllo principale delle violazioni di dati che avvengono su internet. Gli utenti che usufruiscono del servizio, tra le altre cose, possono verificare se il loro indirizzo di posta elettronica o le loro password sono stati esposti durante una delle frequenti violazioni che avvengono sul web, e addirittura venire notificati se i loro dati risultano violati.

Dal 2013, quando è stato creato, Hibp è riuscito a diventare il servizio di cybersecurity gratuito più utilizzato al mondo. “Ad oggi, ogni riga di codice, ogni configurazione e ogni registrazione di violazione sono stati gestiti solamente da me”, ha spiegato Hunt, aggiungendo: “Non esiste una ‘squadra Hibp’, sono solo io a tenere in piedi tutto. Ma è ora che Hibp cresca. È ora di passare da quel tipo che fa quello che può nel tempo libero a una struttura con risorse migliori, e meglio finanziata, che sia in grado di fare molto più di quello che potrei mai fare da solo”.

Nell’annuncio Hunt spiega come da quando ha fondato Have I Been Pwned, il sito abbia raccolto più di 8 miliardi di violazioni. La sua creatura in questo periodo ha registrato una media di 150mila visitatori al giorno, con punte che sfioravano i 10 milioni di accessi al sito.

Il fondatore ha affermato di essere in accordi con la società di consulenza finanziaria Kpmg per la ricerca di un possibile acquirente che lo aiuti a realizzare il suo progetto mantenendo il servizio gratuito per gli utenti e garantendone l’attuale efficienza.