Stefanel deposita l’istanza di insolvenza

Milanofashion.com 13.6.19

È propedeutica alla prospettata ammissione della società alla procedura di amministrazione straordinaria. Una scelta compiuta dal cda anche per tutelare il livello occupazionale 

Un negozio Stefanel

Stefanel ha depositato l’istanza di insolvenza. La società veneta ha, infatti, depositato presso il Tribunale di Treviso un’istanza di rinuncia alla procedura di concordato preventivo con riserva avviata il 14 dicembre scorso e, parallelamente, ha depositato presso il Tribunale di Venezia un’istanza per la dichiarazione dello stato di insolvenza, propedeutica alla prospettata ammissione della stessa alla procedura di amministrazione straordinaria.

Il cda, da cui si è dimesso Tito Berna per incompatibilità con la propria attività di liquidatore della società correlata Legenda Srl, ha precisato che la scelta di avviare l’iter per l’ammissione all’amministrazione straordinaria è stata compiuta anche per tutelare il livello occupazionale della società. Il board lo scorso 5 giugno avevo preso atto della mancata definizione di un accordo con i propri stakeholders, dell’assenza di altri interlocutori interessati a supportare la società nella formalizzazione dell’ipotizzata proposta concordataria e dell’impercorribilità di ipotesi autonome di rafforzamento patrimoniale e ristrutturazione dell’indebitamento finanziario netto che a fine aprile era pari a 87,7 milioni, in aumento rispetto agli 86,9 milioni di marzo scorso.

Pertanto in quell’occasione aveva deliberato di rinunciare alla procedura di concordato preventivo con riserva, avviata lo scorso dicembre, e ha avviato l’iter per la procedura di ammissione all’amministrazione straordinaria, mediante, appunto, il deposito dell’istanza per la dichiarazione dello stato di insolvenza presso il Tribunale competente. Da fine 2017 Stefanel era in mano al fondo Attestor e alla management company Oxy Capital. Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, si era augurato fino all’ultimo che l’azienda si riprendesse.

«Io tifo perché Stefanel si riprenda e resti un marchio veneto. Spero che l’attuale proprietà riesca anche ad avere posizioni su questa partita», aveva detto Zaia lo scorso 8 giugno, aggiungendo che «non esiste che si vada al macero con un marchio così importante che non è solo occupazione, economia ma anche identità». Le azioni ordinarie e di risparmio Stefanel sono sospese dalle negoziazioni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.