Ora le star puntano su dolore e malanni

Rosellina Salemi Caffe.ch 23.6.19

Da Selena Gomez a Lady Gaga, gara a parlare di salute
Immagini articolo
Ho avuto due aneurismi” (Emilia Clarke). “Mi hanno tolto sei fibromi” (Fka Twigs). “Combatto contro la sclerosi multipla” (Selma Blair). “Ho subito un’isterectomia totale” (Lena Dunham). “Mi hanno trapiantato un rene per colpa del lupus”. (Selena Gomez). “Soffro di fibromialgia” (Lady Gaga). Nell’era dell’imperfezione e della condivisione, è caduto l’ultimo tabù: parlare delle malattie. È quasi una gara di coraggio tra le star a chi rivela i dettagli più intimi, in teoria protetti dalla privacy. Potevamo immaginare che dietro l’indomabile Daenerys, Figlia della Tempesta, ci fosse un’Emilia Clarke operata due volte di aneurisma durante le riprese di Game of Thrones? (nessuno ne ha saputo niente, e la seconda volta è stata terribile). “Proprio quando i miei sogni di bambina si stavano realizzando, ho quasi perso la mente e la vita”, scrive nel racconto “La battaglia della mia vita”. “Dopo la prima operazione non riuscivo più a parlare. Sono un’attrice. Devo ricordare le battute. E non ricordavo neanche il mio nome. Sono felice di essere qui, a vedere la fine di questa magnifica serie televisiva e tutto quello che arriverà dopo”.
Tahliah Debrett Barnett, ovvero Fka Twigs, aveva sei tumori benigni all’utero e adesso racconta: “Erano grandi come due mele, tre kiwi e un paio di lamponi. Una ciotola di frutta! Era come se fossi incinta di sei mesi. Non sapevo se il mio corpo sarebbe tornato quello di prima. Adesso sto bene ed è una sensazione magica, giuro. Grazie, corpo prezioso, per essere guarito, per avermi consigliato di prendermi cura di me stessa”. E Anastacia, popstar cinquantenne, non ha paura di mostrare le cicatrici delle molte operazioni: Morbo di Crohn, tumore, doppia mastectomia e ricostruzione del seno.
Non tutte hanno storie con l’happy end. Lena Dunham ha dovuto farsi togliere utero e cervice per colpa dell’endometriosi e ha confidato che le dispiace non  poter diventare madre (“ci tenevo”). Selma Blair, l’attrice di “Legally Blonde” e “Cruel Intentions”, ha la sclerosi multipla. “Appena me l’hanno detto, ho pianto. Non erano lacrime di paura. Erano lacrime consapevoli, di chi sa che deve arrendersi a un corpo di cui ha perso il controllo”. Questo non le ha impedito di partecipare all’after party degli Oscar, elegantissima, appoggiata a un bastone: “È stata un’occasione per dire che sono qui – ha dichiarato sorridendo – anche se niente è più come una volta”. 
Lady Gaga non fa mistero dei suoi problemi (sindrome da stress post-traumatico, depressione e soprattutto fibromialgia, malattia non conosciutissima) e chiede comprensione: “Combatto contro ansia e attacchi di panico. Ogni giorno mi alzo senza sapere come mi sentirò. Tutto questo manda in sovraccarico il mio sistema nervoso. Il dolore cronico non è una barzelletta”.
Hilaria Baldwin, moglie di Alec, incinta del quinto figlio, ha sconvolto i fan rivelando su Instagram: “Probabilmente sto avendo un aborto spontaneo…”. Britney Spears si è fatta ricoverare in un centro specializzato per disturbi neurologici (troppo stress) e, tanto per citare lo sdoganamento del tema, Oprah Winfrey e il principe Harry saranno i produttori esecutivi di una serie di documentari sulla salute mentale in onda dal 2020 su Apple tv Plus. “Questi film mirano a condividere le storie di personalità eccezionali che hanno resistito alle situazioni più difficili  – ha dichiarato Harry – i filmati offrono l’opportunità di capire meglio noi stessi e l’ambiente che ci circonda”. Qualcuno sta già pensando a un sick-show.