Deutsche Bank sta esaminando fino a 20.000 posti di lavoro

. Michael Mash Andreas Kröner handelsbaltt.com 28.6.19

La più grande istituzione finanziaria tedesca sta considerando la riduzione di 20.000 posti di lavoro. Deutsche Bank mira a salvare posti di lavoro, in particolare nel settore azionario.

L'Istituto probabilmente sta affrontando tagli duri.  Fonte: Reuters

Banca tedesca

L’Istituto probabilmente sta affrontando tagli duri.(Foto: Reuters)

Francoforte I piani per la ristrutturazione di Deutsche Bank non sono ancora stati completati. Ma se i giochi di simulazione del top management diventeranno una realtà, ciò influenzerebbe la forza lavoro della più grande istituzione finanziaria nazionale. Negli ambienti finanziari, afferma che la conversione potrebbe costare tra 15.000 e 20.000 posti di lavoro alla fine.

Tuttavia, gli addetti ai lavori sottolineano che il pacchetto non era ancora pronto e che i piani potrebbero cambiare. Se i piani di risparmio dovessero essere implementati in questo modo, interesserebbe più di un quinto della forza lavoro – alla fine del primo trimestre questo ammontava a circa 91.500 dipendenti. L’istituto non ha voluto commentare i numeri prima riportati dal Wall Street Journal .

I tagli di posti di lavoro sono solo una parte di un piano di ristrutturazione su larga scala, ha detto negli ambienti finanziari. Le considerazioni sulla gestione della banca sono già molto avanzate, ma non ancora finalizzate e decise. Ma è già chiaro che la direzione invierà un chiaro messaggio che qualcosa dovrebbe cambiare in banca.

Alla fine di maggio, il CEO Christian Sewing ha annunciato all’Assemblea Generale Annuale di essere pronto per “tagli duri”, soprattutto nella banca d’investimento, che era rimasta in deficit per due trimestri . Ci si aspetta che le attività di cucito ristrutturino in modo significativo il proprio business azionario, presumibilmente anche parti del business dei titoli di stato al di fuori dell’Europa.

Soprattutto negli Stati Uniti , la banca rischia di rallentare in modo significativo il business. I sorveglianti della banca lo hanno chiamato per molto tempo dall’istituto e anche i grandi investitori hanno fatto pressioni per tagli alla banca d’investimento a seguito delle massicce perdite di quest’anno.

Dettagli sulla ristrutturazione prevista all’inizio di luglio

I piani di ristrutturazione includono anche una cosiddetta “bad bank”, in cui l’istituto potrebbe investire fino a 50 miliardi di euro in attività ponderate per il rischio che non faranno più parte del suo core business in futuro. Ciò rappresenterebbe circa il 14 percento delle attività totali ponderate per il rischio dell’ente.

Si prevede che la banca menzionerà i dettagli della riorganizzazione all’inizio di metà luglio, e approfitterà di questa opportunità per abbandonare il suo attuale rendimento ufficiale del capitale netto del quattro per cento.

Con la rimozione dell’obiettivo di ritorno, il CEO Christian Sewing capirebbe che cosa è stata a lungo una realtà per molti investitori. In ogni caso , gli analisti non avevano più creduto che Deutsche Bank avrebbe mantenuto la sua promessa.

In media, gli esperti prevedono quest’anno un rendimento del capitale proprio di appena l’1,7 percento, per il 2020 considerano un ritorno del 2,6 percento possibile e per il 2021 solo del 3,4 percento, molto meno del cucito già alla fine quest’anno si è impegnato.

All’inizio di maggio, Deutsche Bank ha interrotto le trattative per la fusione con Commerzbank, sua vicina di Francoforte . Una fusione delle due case finanziarie avrebbe stimato fino a 30.000 posti di lavoro. Sewing e la sua controparte alla Commerzbank , Martin Zielke, avevano chiarito dopo la demolizione che parte dei tagli di lavoro sarebbe arrivata anche senza la fusione.

Almeno ci sono state buone notizie per i banchieri tedeschi alla fine di questa settimana: i loro lunghi rapporti cronici con le guardie statunitensi hanno apparentemente migliorato la Francoforte. È stato annunciato giovedì sera che l’istituto ha superato entrambe le parti del test di stress annuale del settore negli Stati Uniti quest’anno , dopo aver fallito nel 2015, 2016 e 2018.

Inoltre nel corso dell’integrazione Postbank, alla Deutsche Bank vengono persi circa 750 posti di lavoro a tempo pieno. Un altro 1200 potrebbe seguire.