Alitalia. Serve la nazionalizzazione non i “salvagente”

USB Lavoro Privato contropiano.org 8.7.19

Ad Alitalia non serve un salvagente ma la nazionalizzazione! Assemblea pubblica sul piano di rilancio il 10 luglio alle 16 nella sala consiliare del Comune di Fiumicino

USB Lavoro Privato insieme a Cub Trasporti e Air Crew Comitee ha organizzato un’assemblea pubblica il prossimo 10 luglio sul tema di un rilancio di Alitalia che ancora non si vede mentre le indiscrezioni lasciano intravedere un piano di ridimensionamento, niente di nuovo rispetto gli ultimi 17 anni.

A questa compagnia non serve un altro piano “salvagente”, basato su tagli occupazionali e salariali immediati in attesa dell’espansione che non arriverà, ma serve un netto rilancio basato sull’acquisizione di nuove rotte di L/R e l’internalizzazione delle attività finora esternalizzate.

Mentre i nodi arrivano al pettine, riteniamo importante rilanciare la discussione sull’alternativa che esiste e si chiama nazionalizzazione. Un alternativa reale e concreta e che deve essere discussa adesso proprio per evitare di trovarsi un’altra volta con ricatti inaccettabili.

Hanno confermato la propria partecipazione il sindaco di Fumicino Esterino Montino, il direttore generale di ENAC Alessio Quaranta, il primo dirigente del MIT Massimo Sessa, i professori Ugo Arrigo e Gaetano Intrieri.

Sono stati invitati i ministri Luigi Di Maio e Danilo Toninelli, mentre parteciperanno i parlamentari Stefano Fassina (SEL) e Giovan Battista Fazzolari (FdI) insieme ai politici Marco Miccoli del PD e Roberta Lombardi (M5S).

Daranno un loro contributo il comitato Fuoripista e Avionews.

I lavori inizieranno alle ore 16 presso la sala consiliare del Comune di Fiumicino.