Ikea entra nel commercio di mobili usati

Florian Kolf handelsblatt.com 8.7.19

Una seconda vita per gli scaffali di Billy: il negozio di mobili svedese sta acquistando i mobili dai suoi clienti. Ma questo non si applica a tutti i prodotti.

Dusseldorf Chi voleva comprare mobili usati, fino a quel momento erano rimaste solo due opzioni: o andò a un mercatino delle pulci o guardò una piattaforma d’asta come Ebay. Ora c’è un altro punto di contatto: Ikea è la prima catena di mobili in Germania ad entrare nella vendita al dettaglio in tutta la Germania .

Dal 15 luglio, la società acquisterà i mobili Ikea usati in tutti i 53 negozi di mobili, per poi rivenderli al loro tesoro. Ma non tutti i mobili vengono ripresi: Ikea ha definito circa 1.000 articoli di gruppi di prodotti particolarmente apprezzati come tavoli da pranzo e sedie, cassettoni o caffè e tavolini, che possono beneficiare di un riacquisto.

I clienti devono prima controllare il sito Web di Ikea per il ritiro del prodotto. Quindi online una proposta di prezzo non vincolante. Solo allora possono portare il loro prodotto al negozio di mobili. I mobili non devono essere smantellati. Il prodotto verrà offerto successivamente nel repertorio al prezzo di riacquisto più IVA.

Da settembre 2018, Ikea ha testato questo programma in cinque negozi di mobili. “I nostri clienti accettano volentieri l’offerta e siamo riusciti a integrare il servizio nel processo nei negozi di mobili partecipanti”, ha spiegato Christiane Scharnagl, responsabile della sostenibilità presso Ikea Germany. Che ci sia un mercato per i mobili usati, mostra la vendita nel tesoro: la stragrande maggioranza dei prodotti trova un nuovo proprietario entro due giorni.

Prezzi ridotti per i beni scambiati

Ancora oggi, ogni mercato Ikea ha un tesoro in cui gli oggetti vengono offerti a prezzi ridotti e beni scambiati che non sono più nel loro stato originale. “Attribuiamo grande importanza alla vendita di beni scambiati”, sottolinea Christiane Scharnagl.

Il Naturschutzbund Deutschland (Nabu) accoglie la nuova offerta di Ikea. “I clienti che scelgono i mobili di seconda mano rappresentano un chiaro esempio di protezione ambientale e conservazione della natura”, afferma Leif Miller, direttore generale di Nabu. “Ci sono ancora troppi mobili funzionali nell’incenerimento dei rifiuti, quindi il mercato dei mobili usati deve essere rafforzato”.

Ikea si è prefissata l’obiettivo di diventare un clima positivo entro il 2030. Il nuovo programma “Second Chance” dovrebbe contribuire a questo. Significa un ingresso attivo nell’economia circolare, la società ha sottolineato in un messaggio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.