Imprenditore invece di CEO: la consolazione spagnola per Andrea Orcel

finews.ch 17.7.19

Andrea Orcel, Ana Botin, Jose Antonio Alvarez

Il ritiro di Santander in seguito all’annuncio di Andrea Orcel come amministratore delegato ha scatenato una controversia legale. Ma la banca spagnola aveva offerto all’ex manager di UBS un’alternativa spagnola.

La richiesta dell’ex capo di UBS Investmetbank, Andrea Orcel , è esorbitante: Più di 100 milioni di euro che chiede degli spagnoli grande banca Santander a titolo di risarcimento per questi, ma non ce l’ha fatta l’impegno originale al CEO. 

Ora si è saputo che Santander ha offerto l’Orless senza lavoro dopo la cancellazione a gennaio di un’alternativa. La grande banca voleva aiutarlo a creare la propria attività in Spagna, come riportato da Vozpópuli . 

Più soldi 

Potrebbe essere stata una boutique di una banca d’investimento o un fondo di investimento, ha scritto il portale di notizie. Avrebbe potuto guadagnare più soldi del posto di CEO di Santander, secondo Orcel. 

In realtà, Santander, guidata dal presidente Ana Botín , ha fatto uno sforzo per raggiungere un accordo amichevole con Orcel. Tuttavia, non è mai arrivata a un’offerta scritta dettagliata.

Rispondi alla prossima settimana

Ovviamente, la consolazione non ha preso piede su Orcel. Nella sua causa contro Santander, Orcel sostiene come alternativa al risarcimento di cui sopra che ottiene ancora il lavoro. Come riportato anche ” Vozpópuli “, la banca ha tempo fino alla prossima settimana per rispondere. 

Come già riportato da finews.ch , l’Instiut ha promesso all’italiano lo scorso anno di aver scritto un bonus di avviamento di 17 milioni di euro e un pacchetto di azioni di 35 milioni di euro. Santander, il cui amministratore delegato è ancora José Antonio Alvarez , ritiene, tuttavia, che il documento in questione non fosse un contratto di lavoro.