Gli esperti della BCE mettono in guardia dal surriscaldamento del mercato immobiliare europeo

handelsblatt.com 29.7.19

Il Comitato europeo per il rischio sistemico, in quanto sistema di allarme rapido, mira a evidenziare le minacce al sistema finanziario dell’UE. Ora gli esperti mettono in guardia contro una bolla immobiliare.

Un gruppo di esperti guidato da BCE capo Mario Draghi mette in guardia contro il surriscaldamento del mercato immobiliare in Europa . In molti paesi dell’UE, gli aumenti dei prezzi delle abitazioni sono accompagnati da segnali di sopravvalutazione, ha affermato lunedì l’European Systemic Risk Board (ESRB) nella sua relazione annuale.

Inoltre, in alcuni paesi, le famiglie sono sempre più indebitate per finanziare i loro acquisti immobiliari . Il mercato immobiliare sarebbe vulnerabile se il contesto economico peggiorasse. Una significativa flessione del mercato immobiliare potrebbe comportare perdite per le banche e altri finanziatori immobiliari.

Anche nel settore immobiliare commerciale, secondo il CERS, vi sono segni di sopravvalutazione nella maggior parte dei paesi. Uno dei motivi dell’aumento dei prezzi è la caccia al rendimento degli investitori.

Tuttavia, dal punto di vista del risk watcher, la crescita dei prestiti immobiliari commerciali era ancora limitata nella maggior parte dei paesi. In alcuni paesi, come Germania, Italia e Spagna, è persino negativo.

Il CERS è stato istituito nel 2010 in risposta alla crisi finanziaria. In quanto sistema di allarme rapido, dovrebbe indicare i pericoli per la stabilità del sistema finanziario nell’UE.

Il rischio principale del CERS era una rivalutazione dei premi di rischio sui mercati finanziari, vale a dire un crollo dei prezzi su tutta la linea. A ciò si aggiungono la debolezza del bilancio delle banche e il pericolo di indebitamento troppo elevato di paesi, società e famiglie.

Un quarto rischio maggiore è rappresentato dai pericoli posti dalle banche ombra. Questi includono fondi di copertura e del mercato monetario, fondi di investimento alternativi e operatori di borsa speciali, che, a differenza delle banche tradizionali, hanno una regolamentazione limitata.