Quando i banchieri vanno a lavorare in pantaloni segati

finews.ch 30.7.19

Gli elenchi degli uffici nella City di Londra di solito hanno rigidi codici di abbigliamento – anche il colore delle scarpe è predeterminato. Ma anche la tradizione si arrende al clima. 

“Nessun marrone in città.” Come dice il proverbio, le scarpe marroni sono troppo lontane dal rigoroso codice di abbigliamento che normalmente prevale nella City di Londra. Viene annunciato il nero uniforme, combinato con giacca e cravatta. 

Nei giorni insolitamente caldi delle ultime settimane, tuttavia, sempre più britannici attenti allo stile sono stati oltraggiati dall’etichetta, come afferma il – americano – ” Wall Street Journal ” ( articolo richiede un pagamento ). Anche in pantaloncini corti, alcuni banchieri andarono al lavoro. 

Google non conosceva la risposta

Quanto sia straordinario questo è dimostrato dall’esempio di un dipendente dell’istituto finanziario britannico Barclays. Ha chiesto in anticipo al motore di ricerca Google se poteva apparire nel suo datore di lavoro in breve. Dato che Internet non ha potuto dare una risposta definitiva, si è limitato a arrotolare i jeans.

Nel frattempo, un revisore non ha avuto tali inibizioni. Ha anche ricevuto complimenti per i suoi cortometraggi, ha scritto al giornalista del Wall Street Journal. 

Eccezioni alla tradizione

Mentre i dipendenti delle società di contabilità “Big Four” o le banche attive a livello globale operano in un ambiente internazionale e diventano così più flessibili nel loro codice di abbigliamento, le istituzioni britanniche sono ancora più impegnate nella tradizione.

Ma anche lì, i guardiani del codice di abbigliamento sono saltati nelle ultime settimane sulla loro ombra: al Lord’s Cricket Ground, l’indirizzo principale di questo sport, ai membri è stato permesso di portare le loro giacche eccezionalmente salvate. 

Anche la sera casual

Sempre in Annabel, un elegante night club nel quartiere degli hedge fund Mayfair, aperto solo ai membri e ai loro ospiti, è stata presentata una prima: agli uomini è stato permesso di entrare – almeno elegante – cortometraggi. Al contrario, i potenziali ospiti in jeans hanno continuato a non avere accesso. L’etichetta di per sé è così su tutto.