Brexit no-deal: cosa minaccia le banche svizzere?

finews.ch 6.8.19

Boris Johnson (Immagine: Shutterstock)
Sotto il nuovo Primo Ministro Boris Johnson, la Gran Bretagna si sta dirigendo senza limiti per una Brexit senza accordo. Le banche svizzere devono preoccuparsene adesso?
Dopo l’epopea tumulto del parlamento britannico sul trattato Brexit, il passaggio di Theresa May a Boris Johnson ha fornito un po ‘di chiarezza: se coloro che si oppongono alle forze non possono rovesciare il governo in tempo, il regno finirà alla fine di ottobre Congedo UE.
Ecco perché i titoli non sono diventati più piccoli. Perché i rappresentanti delle imprese britanniche e i loro partner nel continente avvertono urgentemente di andarsene senza un contratto dettagliato. Gli economisti concordano con le voci di avvertimento e prevedono una recessione che promette di approfondire e allungare in caso di Brexit senza affare.
Copia di un contratto UE
Cosa significherebbe per la Svizzera un prelievo senza accordo? ha chiesto finews.ch .
Nel fare ciò, occorre fare una distinzione tra le relazioni commerciali dirette tra Gran Bretagna e Svizzera e gli effetti indiretti di una recessione ciclica sull’industria locale. Il motivo principale per cui l’economia svizzera può essere accolta con una certa serenità sulla questione dell ‘”affare o no-affare” è dovuto all’accordo commerciale che Guy Parmelin ha firmato lo scorso febbraio con l’allora ministro del commercio estero britannico Liam Fox . Il documento è più o meno una copia dei diritti e degli obblighi relativi al commercio già in vigore ai sensi dei trattati bilaterali per la Svizzera e l’UE.
Senza un contratto, ci sono enormi problemi
“Grazie alla soluzione di salvataggio svizzera , che è stata negoziata in stretta collaborazione con il settore privato , le aziende svizzere possono anche costruire su una buona base contrattuale in uno scenario senza accordi”, ha detto Mario Ramò , vicedirettore dell’economia estera di Economiesuisse . cap .
Senza questa soluzione di recupero, gli esportatori svizzeri incontrerebbero enormi problemi da un giorno all’altro in un’uscita non regolamentata del Regno Unito dall’UE nel commercio transfrontaliero – ad esempio tariffe più elevate, ingombranti sdoganamenti, non riconoscimento delle denominazioni di origine e ostacoli agli appalti pubblici.
Banche: risparmiate molto e fuse
E le banche? Ad esempio, qualche tempo fa, UBS ha unito le sue attività, che si basano sull’accesso al mercato dell’UE, con UBS SE a Francoforte, al fine di poter continuare a garantire le attività bancarie dell’UE in tutte le condizioni.
Secondo quanto riferito, i banchieri ancora con base a Londra hanno carte relativamente buone perché stanno facendo il loro lavoro per attività globali e sono quindi indispensabili.
Anche il Credit Suisse (CS) ha portato avanti la sua pianificazione e preparato le sue unità a Francoforte, Madrid e Lussemburgo per un ruolo post-Brexit più importante. CS impiega già solo la metà del personale che aveva nel 2015 quando il CEO Tidjane Thiam è entrato in carica.
Centrale economica
Ciò che il Consiglio federale, così come l’industria di esportazione, e con esso il settore finanziario, non può agire, sono gli effetti di un’ammaccatura economica nel Regno Unito. Una recessione colpirebbe chiaramente le società svizzere: solo l’anno scorso il nostro Paese ha venduto beni per 8,8 miliardi di franchi nel Regno Unito.
In una recessione, questo commercio si ridurrebbe. Sia le esportazioni che gli investimenti diretti delle società svizzere nel Regno Unito sono già in calo, aggiunge Ramò.
Economia di mercato flessibile
Tuttavia, le prospettive non sono completamente desolate. “Il Regno Unito è una delle economie di mercato più flessibili al mondo. Si può quindi supporre che gli adeguamenti necessari a una recessione sarebbero relativamente rapidi se l’ambiente politico rimanga ragionevolmente stabile “, spiega Dean Turner , l’economista responsabile del Regno Unito presso il Chief Investment Office di UBS.
Turner prevede un periodo relativamente breve da uno a due quarti di crescita negativa, seguito da un periodo di ripresa con tassi di crescita continui e deboli. L’impatto sarà determinato da quanto a lungo e intenso potrà prepararsi il Paese e da quanto alto sarà lo stimolo fiscale preparato dal Primo Ministro.
Caos al confine esterno?
Altri esperti dipingono un quadro più oscuro, anche perché oggi è importante per intere industrie beneficiare dei loro stretti legami con l’UE – uno dei quali è l’industria automobilistica. Le varie società globali come Nissan e Ford hanno già annunciato piani di estrazione dettagliati e ulteriori misure probabilmente seguiranno.
E se si tratta di scene caotiche alle frontiere esterne il 1 ° novembre, ad esempio, con lunghi ingorghi allo sdoganamento, anche le società svizzere non potrebbero sottrarsi ai costi aggiuntivi associati.
Prestare attenzione alle forze centrifughe
Tuttavia, dopo l’uscita britannica dall’UE, sono in agenda nuovi negoziati – dopo tutto, anche le due parti vogliono scambiarsi tra loro in futuro.
È altrettanto chiaro che l’ultima parola non è ancora stata pronunciata. I rischi politici che il paese sta assumendo sulla Brexit non dovrebbero essere sottovalutati. Qui è necessario concentrarsi sulle forze centrifughe in uno stato multietnico.
Sul ghiaccio nero più sottile
Non da ultimo a causa di ciò, forze forti stanno combattendo contro la partenza. I liberaldemocratici sono venuti alla ribalta dopo che la leadership del partito laburista è ancora esitante. Nell’aritmetica della Camera dei Comuni, dove il governo, con il suo partito protestante proveniente dall’Irlanda del Nord, ha la maggioranza di un seggio, il nuovo primo ministro si sta muovendo sul ghiaccio più sottile.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.