Pat Buchanan fa esplodere i politici che sfruttano i massacri per aumentare le valutazioni del sondaggio

zerohedge.com 6.8.19


Autore di Patrick Buchanan via Buchanan.org,

Sono stati due giorni di contrasto che ci raccontano l’America 2019.

A El Paso, in Texas, e Dayton, nell’Ohio, in seguito agli omicidi di massa di sabato e domenica mattina, le persone del luogo sotto la telecamera – polizia, pubblici ministeri, sindaci, FBI e funzionari della città – erano nonpartigiane, pazienti, educate e dignitose nell’unità e solennità del loro dolore per i loro morti e feriti.

Ma per i candidati alla presidenza democratica, l’atrocità di El Paso era come un pallone da calcio nel Super Bowl .

Una folle lotta scoppiò su chi sarebbe stato il primo e il più selvaggio nell’incriminare il presidente Donald Trump per complicità morale nell’omicidio di massa.

Non lasciare mai che una crisi vada sprecata è un vecchio adagio politico.

E questa folla di candidati non avrebbe permesso che ciò accadesse. Eppure lo sfruttamento politico nudo di questi atti orribili, prima che i corpi di molti fossero stati rimossi dalla scena del crimine, era spaventoso da vedere.

Apprendendo a Las Vegas del massacro al Walmart di El Paso, sua città natale, Beto O’Rourke è tornato indietro lo stesso giorno e si è recato sulla scena.

Railed Beto, Trump “è un razzista e alimenta il razzismo in questo paese … e conduce alla violenza…. Oggi abbiamo un presidente con opinioni nazionaliste bianche negli Stati Uniti. “Chiamò la lingua di Trump sugli immigrati messicani ” che ricorda qualcosa che potresti sentire nel Terzo Reich “.

Chiesto domenica a Jake Tapper della CNN se ritiene che il presidente sia un “nazionalista bianco”, Beto ha acconsentito con entusiasmo: “Sì, lo so.”

Bernie Sanders, chiesto a Tapper se fosse d’accordo con Beto, rispose:

“Lo voglio. Non mi fa piacere dirlo … tutte le prove là fuori suggeriscono che abbiamo un presidente che è un razzista, che è uno xenofobo, che fa appello e sta cercando di fare appello al nazionalismo bianco “.

Nello stesso spettacolo della CNN, il senatore Cory Booker ha quasi superato Beto, “Voglio dire con più chiarezza morale che Donald Trump è responsabile di questo … (omicidio di massa a El Paso) perché sta alimentando la paura, l’odio e il bigottismo. ”

Il booker ha continuato:

“ Abbiamo un presidente degli Stati Uniti che sta combattendo selvaggiamente i legami della nostra nazione pronunciando costantemente parole di odio, parole di divisione, parole di demonizzazione e demagogia. … Sta alimentando un ambiente in cui i suprematisti bianchi … stanno trovando sempre più licenze per colpire i vulnerabili , per colpire gli immigrati, per colpire “l’altro” “.

Booker sta dicendo che Trump sta concedendo la licenza morale per combattere i conflitti.

Elizabeth Warren ha rilasciato una dichiarazione:

“Dobbiamo chiamare il nazionalismo bianco per quello che è: il terrorismo interno. È una minaccia per gli Stati Uniti e abbiamo visto il suo bilancio devastante questo fine settimana. E dobbiamo chiamare lo stesso presidente per far avanzare il razzismo e la supremazia bianca . “

Ironia della sorte, il Washington Times riferisce che lo sparatutto di Dayton, che ha ucciso sua sorella e altre otto persone, “si è descritto sui social come un” di sinistra “pro-Satana, che voleva che la generazione di Joe Biden morisse, odiava Trump e sperava di votare per il senatore Elizabeth Warren come presidente. “

“Voglio il socialismo e non aspetterò che gli idioti arrivino finalmente alla comprensione” , secondo quanto riferito Connor Betts, l’assassino, ha twittato.

Da non lasciare indietro, ha detto il senatore Kamala Harris del presidente dopo il massacro, è “un razzista, non ho dubbi nella mia mente”.

Questi attacchi, senza precedenti nella loro ferocia, testimoniano un odio per Trump che è ampio, profondo e implacabile e che probabilmente non sarà vincolato prima di novembre 2020 .

La gente parla ancora malinconicamente di un ritorno dell’unità che l’America una volta conosceva e di un incontro per ritrovarsi su un terreno comune.

Ma dov’è la prova di quella speranza?

Se la leggendaria base di Trump si schiererà fedelmente da lui, e i candidati democratici scateneranno questo tipo di bile contro di lui, chiunque vinca nel 2020 non sarà in grado di unirci, senza un attacco in stile Pearl Harbor contro questo nazione.

Chiaramente il problema nella campagna 2020 sarà Trump.

L’impeachment è tornato sul tavolo? Come può non essere?

Sebbene Robert Mueller non abbia trovato alcuna collusione tra la campagna di Trump del 2016 e i russi, il sostegno alle udienze per l’impeachment ha superato il segno intermedio all’interno del caucus democratico alla Camera la scorsa settimana, anche prima dell’orribile weekend.

E se i democratici credono a Trump cosa dicono i loro candidati di lui – che è un razzista nazionalista bianco e xenofobo che alimenta deliberatamente paura, odio e violenza, le cui parole e azioni richiamano alla mente l’Italia fascista di Benito Mussolini e il Terzo Reich della Germania nazista – come può la leadership democratica non tentare credibilmente di metterlo sotto accusa?

Tuttavia, incolpare il massacro di El Paso sulla retorica di Donald Trump è un’accusa che può tornare a mordere i suoi aggressori. Né la destra né la sinistra hanno il monopolio dell’estremismo politico o della violenza. E la retorica piena di odio della sinistra lo scorso fine settimana supera qualsiasi cosa usata da Trump.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.