Il giudice deciderà tra venerdì e lunedì quando inizierà LaLiga

LADISLAO J. MOÑINO elpais.com 7.8.19

Giudice Ándréz Sánchez Magro, durante l’udienza per risolvere il conflitto in LaLiga e nella Federazione per gli orari. KIKO HUESCA EFE

Dopo aver ascoltato i rappresentanti della Federcalcio spagnola e di LaLiga, il capo campo numero 2 dello spot Andrés Sánchez Magro deciderà tra venerdì e lunedì se concede le misure precauzionali richieste dal datore di lavoro in merito al divieto federale di contestare Partite del lunedì e del venerdì . Secondo il programma stabilito da LaLiga, il campionato sarebbe iniziato venerdì 16 con un Atletico-Barcellona. Secondo la federazione, non dovrebbe iniziare fino a sabato 17, con un Mallorca-Eibar.

In un’audizione durata quattro ore e in cui i presidenti di entrambe le organizzazioni non erano presenti, le parti hanno difeso le loro posizioni incrociando le accuse. LaLiga, rappresentata dall’avvocato María José López, ha difeso che il regio decreto del 2015 protegge il datore di lavoro a stabilire gli orari e le date della conferenza, ha spiegato le conseguenze economiche per le società e il calcio in generale che non avrebbero adempiuto ai contratti firmato con gli operatori televisivi e posto particolare enfasi sulla posizione dominante esercitata dalla Federazione.

Da parte sua, l’avvocato federativo, Tomás González-Cueto, ha difeso che LaLiga ha venduto qualcosa che non era incluso nell’ultimo accordo di coordinamento firmato tra le parti, la disputa della partita il lunedì e il venerdì; che il regio decreto del 2015 non conferisce al datore di lavoro il potere sugli orari e che averlo fatto suo ha suscitato preoccupazione in UEFA quando ha saltato il sistema piramidale da cui è governato il calcio.suo dal momento che non era incluso nell’ultimo accordo di coordinamento firmato tra le parti, la disputa della partita il lunedì e il venerdì; che il regio decreto del 2015 non conferisce al datore di lavoro il potere sugli orari e che averlo fatto suo ha suscitato preoccupazione in UEFA quando ha saltato il sistema piramidale da cui è governato il calcio.

Durante l’audizione si sapeva anche che LaLiga ha presentato una richiesta di squalifica a Luis Rubiales presso il CSD; il segretario generale della Federazione, Andreu Camps; e il capo del comitato di concorrenza, Carmen Pérez, che ha stabilito gli orari e le date dei primi tre giorni che includono solo sabato e domenica.

Durante l’audizione, la Federazione ha presentato come testimone un esperto per convalidare un audio in cui Javier Tebas avrebbe messo in contraddizione sui poteri nei tempi previsti. Il datore di lavoro sostiene che l’audio presentato omette la parte in cui Tebe assicura che “anche senza un accordo, la legge reale del decreto del 2015 ci consente di fissare gli orari lunedì e venerdì”. LaLiga annuncia che presenterà un reclamo per falsificazione di prove giudiziarie.