L’estate di Salvini: raduni, feste in spiaggia e l’inno italiano al bar della spiaggia

LORENA PACHO ELPAIS.COM 8.8.19

Salvini

Il ministro degli Interni italiano Matteo Salvini a Milano Marttima quest’estate. CLAUDIA GRECO AGF

Matteo Salvini, il leader della Lega dell’estrema destra , è un animale politico in grado di trarre profitto da ogni situazione e ha macchinari di propaganda e un dispositivo di comunicazione, che chiamano la bestia, sempre in movimento. A questo punto nessuno ne dubita più. Il suo ultimo passo è stato quello di portare all’estremo qualcosa di italiano come la politica estiva nelle Bermuda e nei governi delle spiagge.

ALTRE INFORMAZIONI

Alla fine di luglio, ha detto che non aveva intenzione di andare in vacanza e che avrebbe continuato a lavorare per tutta l’estate. Ha anche annunciato che avrebbe spostato il suo ufficio in spiaggia e che avrebbe cambiato l’abito del ministro per il costume da bagno. Finora, niente di straordinario.

Nella memoria collettiva degli italiani ci sono le estati dell’ex primo ministro Aldo Moro sulla spiaggia in giacca e cravatta, camminando con sua figlia sulla sabbia o seduti su un’amaca a leggere o già in un’altra linea, quelli di Silvio Berlusconi che ricevono Tony Blair in Sardegna con un foulard stile pirata e una camicia sbottonata. Quasi tutti i politici italiani hanno le loro foto sulla spiaggia.

Lontano dalla Sardegna, una delle destinazioni estive preferite dalle celebrità internazionali, Salvini ha scelto la città di Milano Marittima, sulle rive dell’Adriatico, in provincia di Ravenna. In particolare, ha montato il suo quartier generale in uno dei suoi famosi bar sulla spiaggia, dove ha recitato in un aneddoto grottesco.

Un giorno di agosto, al crepuscolo, entrò nella piccola cabina del DJ, si mise ai comandi in costume da bagno, senza camicia e iniziò a suonare l’inno nazionale, mentre i bagnanti danzavano con euforia e due modelle si muovevano su un palco vestito con un costume da bagno con stampa animalier. L’evento ha funzionato come un incendio nei social network e ha suscitato un po ‘di rabbia. “Alcune scene infastidiscono”, ha lanciato una posizione senior delle forze armate e della difesa, Gianfranco Paglia, medaglia d’oro per il valore militare per una missione in Somalia nel 1993. L’inno può essere giocato esclusivamente “in determinate circostanze e soprattutto con il dovuto comportamento “, ha aggiunto. Un altro soldato, il generale Marino Arpino, ex Capo di Stato Maggiore della Difesa, ha anche accusato il Ministro degli Interni: “Mi meraviglio di tutto tranne che Salvini ci ha abituato alla scena che piace alla gente”. Ha anche sottolineato che crede che dietro la scena vi sia un movimento studiato che mira a mostrare un politico “simpatico” e, in breve, a portare acqua nel suo mulino.

Il ministro ha già lanciato ufficialmente un tour di diverse spiagge, la maggior parte del centro sud, che la Lega ha soprannominato ” tour della spiaggia” e che ha un chiaro sapore di campagna elettorale. Le divergenze e le divisioni sono sempre più marcate nel governo e il ministro degli Interni mette in luce ogni volta che pende il fantasma delle elezioni anticipate, consapevole che il vento soffia per lui proprio ora. Vola nei sondaggi, dove supera il 36% dell’intenzione di voto, mentre i suoi partner governativi crollano bruscamente. Mercoledì ha aperto il suo tour in spiaggia con una manifestazione a Sabaudia, a sud di Roma – ha dovuto cancellare i due precedenti a causa di una crisi del governo dopo il voto al Senato di una mozione ad alta velocità – e chiarì le sue intenzioni fin dall’inizio. “Se fosse per me …”, “Se governassi da solo …” furono le sue frasi più ripetute.

In uno dei suoi giorni in spiaggia, pochi giorni fa, la polizia ha fatto un giro su uno dei jet ski del corpo al figlio di 16 anni del ministro. Un giornalista per il quotidiano La Repubblica, Valerio Lo Muzio, era lì e registrava la scena come poteva, tra insulti e intimidazioni delle guardie del corpo di Salvini, che davanti alla telecamera si identificavano come “della Polizia” e dello stesso leader della Lega, che lo ha attaccato: “Tu che sei uno specialista, registrerai più immagini di minori, dal momento che a loro piace così tanto.” In seguito lo chiamò “errore di un padre”. Il capo della polizia, Franco Gabrielli, una settimana dopo ha affermato che ciò che è veramente serio non è solo il fatto di un giro illegale su un jet ski per il figlio del ministro, ma l’attacco alla stampa. “In questo caso c’è solo una cosa che mi interessa e che sto approfondendo: se il diritto all’informazione e alla stampa è stato limitato” e ha annunciato un’indagine.

Le vacanze di Salvini hanno lasciato sui social network una scia di fotografie del ministro con il busto scoperto, divertendosi a fare facce sui selfie o ballando con i mojito in mano. “Il Matteo Salvini che beve, balla e canta a Pepeete Beach [nome dello stabilimento marittimo] è uno di noi o è percepito come tale da almeno il 39% degli italiani”, ha detto il Corriere della Sera in un editoriale .

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.