Astaldi: banche erogano primi 200 mln (Messaggero)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Le banche aprono il rubinetto ad Astaldi. Al gruppo romano ammesso lunedì 5 agosto al concordato preventivo, è stata erogata una delle tre linee di credito autorizzate dal tribunale da 200 mln, all’interno del pacchetto di 1,6 mld relativo a Progetto Italia, il polo di grandi opere che Salini assieme a Cdp e istituti vuole costruire partendo dalla società romana.

Lo scrive il “Messaggero” riferendo che ieri a Milano c’è stata una riunione in call tra i legali di Astaldi (Gop), delle banche (Linklaters), presenti quelli di Salini (Bep) per stipulare il contratti di finanziamento che dovrebbe essere concesso oggi. Si tratta del prestito di firma per 384 mln con commissioni del 2,5%, secondo il decreto.

La garanzia sarà messa a disposizione in due tranche: la A, c’è scritto nel decreto, è di 66 mln e in realtà, secondo gli accordi firmati, deve essere di 200 mln che è la cifra riportata nel contratto firmato ieri. Questa tranche ha disponibilità dal giorno della sottoscrizione fino al 31 dicembre 2019; la B, di 184 mln (anche se nel decreto è scritto di 318 mln) deve essere disponibile fino al 31 dicembre 2020.

Gli altri due finanziamenti autorizzati dal Tribunale sono un finanziamento ponte di 40 mln con Illimity, al tasso non superiore al 12% e destinato ad essere rimborsato in occasione dell’erogazione del finanziamento da 125 mln e l’altro, appunto, una linea di credito che può essere contratta mediante l’emissione di un bond.

gug

(END) Dow Jones Newswires

August 09, 2019 02:17 ET (06:17 GMT)