L’Italia acquisisce un gigante delle costruzioni per salvare la sua costruzione

Myriam Chauvot lesechosfr 10.8.19

Sotto l’egida di Salini Impregilo, il principale gruppo transalpino, nascerà un’opera pubblica pesante che punta in tre anni a 14 miliardi di euro di fatturato.

Salini Impregilo, la prima società italiana di costruzioni quotata, genera il 94% dei suoi 6 miliardi di euro di fatturato annuo all’estero. In Italia, è attualmente impegnato nella ricostruzione del ponte di Genova dopo il suo crollo nell’agosto 2018.

VINCENZO PINTO / AFP

Costruisci un gigante nazionale delle costruzioni e delle infrastrutture in grado di competere con attori internazionali. Questo è il cantiere chiamato “progetto Italia” che ha lanciato Salini Impregilo, il gruppo  numero 1 nel settore delle costruzioni italiano con un portafoglio ordini di quasi 29 miliardi di euro e 6 miliardi di euro di fatturato annuo, 94% all’estero. I principali costruttori transalpini sono sull’orlo della bancarotta a causa della crisi economica che è stata accompagnata dal crollo degli investimenti pubblici nel settore delle infrastrutture. Questo è in particolare il caso della costruzione numero due italiana, Astaldi, che Salini-Impregilo vuole riprendere con il sostegno dell’italiano Caisse des Dépôts (CDP).

Salini deve sottoscrivere un aumento di capitale di Astaldi di 225 milioni di euro. Ma il campione nazionale responsabile del salvataggio delle costruzioni italiane è di per sé in cattive condizioni e gli attori finanziari si sono mobilitati per questo meccanico industriale. Salini sarà ricapitalizzata per 600 milioni di euro, principalmente fornita dal CDP e dalle principali banche italiane, integrata da 150 milioni offerti al mercato. Pietro Salini, azionista e leader dell’omonimo gruppo quotato, contribuirà alla ricapitalizzazione solo per 50 milioni di euro.

“Cogliere le opportunità di costruzione globali”

Al di là di Astaldi, l’ambizione di Pietro Salini e dei suoi partner finanziari è quella di creare un colosso rilevando i migliori beni e siti di altri attori in difficoltà (Cmc, Condotte, Trevi, gruppi Vianini, Pizzarotti o Gavio), senza necessariamente tornare alle società proprie. Questo “progetto Italia” porterebbe entro il 2021 a un gruppo con un fatturato di 14 miliardi con un arretrato di 62 miliardi. In confronto, Vinci ha attualmente un arretrato di 36 miliardi.

Un campione del genere sarebbe in grado di “cogliere le opportunità nella costruzione globale, dove sono previsti 630 miliardi di euro di progetti infrastrutturali nei prossimi tre anni”, sostiene il gruppo aggiungendo che “Project Italy aiuterebbe a riavviare molti progetti attualmente bloccato in tutto il paese (circa 36 miliardi di euro di progetti ciascuno superiore a 100 milioni di euro) ” .

Cavaliere bianco

A capo di questo nuovo attore globale nel settore delle costruzioni e dei lavori pubblici siederà un consiglio di 15 membri di cui 9 nominati da Pietro Salini e 5 dal CDP che nominerà il suo presidente. “Project Italy” è orgogliosa di garantire la sostenibilità di 70.000 posti di lavoro nell’immediato futuro, risparmiando fino a 500.000 entro tre anni e avendo un impatto positivo dello 0,3% annuo sul PIL italiano .

Questo ruolo di cavaliere bianco, che Salini-Impregilo vanta regolarmente nei media, irrita l’associazione che rappresenta l’industria delle costruzioni italiana, consapevole che non si tratta di pura filantropia. “Questo rischia di falsare la concorrenza , preoccupa il suo presidente Gabriele Buia, con un giocatore che avrà una posizione dominante nel mercato nazionale con almeno due terzi delle opere pubbliche per un valore di oltre 100 milioni di euro. Non siamo contrari alla nascita di un campione nazionale, ma abbiamo bisogno di garanzie per i piccoli produttori. “

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.