La Papua Nuova Guinea sottopone UBS al microscopio

finews.ch 12.8.19

Perforazione del gas in Papua Nuova Guinea

Lo stato del Pacifico della Papua Nuova Guinea ha perso molti soldi a causa di un accordo finanziato da UBS. Ora un giudice rispettabile deve indagare nuovamente sull’accordo, questa volta concentrandosi sul comportamento della banca svizzera.

Un prestito della banca svizzera UBS alla Papua Nuova Guinea nel 2014 sta ancora causando problemi. Un nuovo primo ministro ha ora istituito una commissione d’inchiesta per analizzare nuovamente lo sfondo del business.

James marape , a partire dalla primavera di quest’anno, il primo ministro della Papua Nuova Guinea ha, con Sir Salamo Injia un ex giudice supremo del paese incaricato delle indagini . Injia è conosciuto come un combattente contro la corruzione. 

Perdita di $ 420 milioni

Proprio il mese scorso, la banca ha dichiarato: “La commissione d’inchiesta proposta è un’occasione gradita per riesaminare autonomamente l’approccio degli investimenti strategici in Papua Nuova Guinea”.

Inoltre, un rapporto dell’ombudsman locale sulla transazione non aveva sollevato alcuna accusa nei confronti della banca o dei suoi dipendenti. Secondo quanto riferito, l’Istituto svizzero ha guadagnato almeno $ 120 milioni con il prestito, mentre lo stato insulare ha subito una perdita di $ 420 milioni.  

Focus su UBS

Come ha scritto ieri l’ Australian Financial Review , Injia ora chiarisce esattamente perché e come esattamente UBS è stata selezionata come banca partner per l’acquisto di una partecipazione nella compagnia petrolifera Oil Search. Il Mediatore si era concentrato solo sul ruolo delle autorità ed aveva escluso possibili violazioni di privati e società, ha affermato Marape secondo la “Australian Financial Review”.

Ovunque soffi il vento politico, un commento del nuovo ministro della polizia del mese scorso, Papua Nuova Guinea, Brian Kramer, mostra la scorsa settimana che UBS avrebbe dovuto riconoscere che qualcosa non va nel business, ha detto. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.