Governo: Severino e Belloni in pole per commissario Ue (CorSera)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

La scelta del commissario europeo è legata a doppio filo alla trattativa che sta portando avanti il premier Giuseppe Conte con M5S e Pd per la formazione del nuovo governo. È una nomina delicata, sarà il volto con cui ci presenteremo in Europa dopo l’esperienza gialloverde. 

Nei giorni scorsi, scrive il Corriere della Sera, uno dei nomi più ricorrenti è stato quello dell’ex premier Paolo Gentiloni insieme a quello dell’attuale ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi. Matteo Renzi aveva anche ipotizzato Graziano Delrio. I pentastellati però hanno dimostrato di non voler lasciare il campo al Pd troppo facilmente. 

La capodelegazione al Parlamento Ue, Tiziana Beghin, ha rivendicato l’incarico per il Movimento ricordando il ruolo centrale della pattuglia M5S nell’elezione della presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, che ce l’ha fatta per una manciata di preferenze. 

Nelle ultime ore sta crescendo l’ipotesi di mandare a Bruxelles una donna. In questo modo l’Italia andrebbe anche incontro alla richiesta rivolta da von der Leyen alle capitali di indicare come commissari non solo uomini, per poter formare un esecutivo composto perla metà da donne (obiettivo di fatto già raggiunto perché finora sono 13 su 27 e manca solo il candidato/a espresso da Roma). Tra i nomi possibili, hanno cominciato a circolare quelli di Paola Severino, ex ministra della Giustizia nel governo Monti, e di Elisabetta Belloni, segretario generale della Farnesina nominata da Gentiloni, ma che gode di un gradimento trasversale. 

vs 

(END) Dow Jones Newswires

September 02, 2019 02:34 ET (06:34 GMT)