Sewing acquista azioni per 850.000 euro di Deutsche Bank

handelsblatt.com 2.9.19

Christian Sewing è dietro la ricostruzione di Deutsche Bank. D’ora in poi, il 15 percento del suo stipendio sarà investito in azioni della banca ogni mese.

Il CEO di Deutsche Bank vuole porre fine alla crisi permanente di Deutsche Bank con un riorientamento fondamentale.  Fonte: Reuters

Cucito cristiano

Il CEO di Deutsche Bank vuole porre fine alla crisi permanente di Deutsche Bank con un riorientamento fondamentale.(Foto: Reuters)

Il CEO di Deutsche Bank vuole porre fine alla crisi permanente di Deutsche Bank con un riorientamento fondamentale.  Fonte: Reuters

Il CEO di Deutsche Bank vuole porre fine alla crisi permanente di Deutsche Bank con un riorientamento fondamentale.(Foto: Reuters)

 Il capo della banca tedesca di Francoforte Christian Sewingrende vero il suo annuncio e mette nei prossimi anni, gran parte del suo reddito mensile in azioni del gruppo Dax. Da settembre a fine dicembre 2022, quasi il 15% della retribuzione esecutiva netta di Sewing sarà investita in titoli di Deutsche Bank su base mensile .

Gli acquisti vengono effettuati il ​​22 di ogni mese o il giorno di negoziazione successivo, come evidenziato da un annuncio di borsa obbligatorio pubblicato lunedì. Per un periodo di 40 mesi, una partecipazione complessiva di circa 850.000 euro.

Sewing vuole segnalare che è pienamente dietro la ricostruzione radicale della più grande casa di moneta tedesca. Poco dopo aver presentato i piani all’inizio di luglio, Sewing ha dichiarato di voler “dare il buon esempio”: “Ho deciso di investire una parte significativa del mio stipendio fisso nei prossimi anni”.

Cucire vuole porre fine alla persistente crisi di Deutsche Bank con un riorientamento fondamentale. Il numero di posti di lavoro a tempo pieno dovrebbe essere ridotto di circa 18.000 entro la fine del 2022 a 74.000 in tutto il mondo. L’investment banking, che ha fatto fallire le sanzioni da miliardi di dollari, viene severamente ridotto. La banca vuole aumentare da sola i costi per la riorganizzazione per un importo di circa 7,4 miliardi di euro.