Santander mette 116 € all’anno di provvigione sul suo conto standard

elpais.com 3.9.19

La banca intende standardizzare e semplificare il suo catalogo di risparmi e conti correnti e aumentare il collegamento dei suoi clienti con il Conto 1,2,3

Á.  Gonzalo

Á. GONZALO

Santander mette 116 € all'anno di provvigione sul suo conto standard

Santander vuole ridurre la sua offerta di conti correnti e di risparmio che ora ha nel suo catalogo e potenziare quelli derivati ​​dal Conto 1 | 2 | 3 nelle sue diverse modalità. Il suo obiettivo è standardizzare le condizioni dei conti e semplificare l’offerta in modo che tutti i suoi clienti optino per 1 | 2 | 3.

Per questo, la banca intende conformarsi alla sua strategia commerciale nel mercato interno con la chiusura di una parte sostanziale dei conti già considerati dall’entità come marginali, in modo che la maggior parte dei suoi utenti abbia contratto il Conto 1 | 2 | 3.

Come misura dissuasiva per il cliente di decidere finalmente di chiudere i propri conti al di fuori del catalogo promosso da Santander Spagna, l’entità sta aumentando le commissioni, che passeranno in molti casi dagli attuali 24 euro al trimestre a 29 euro, con un costo aggiuntivo di 0,65 euro per punto. Ma per alcuni clienti significherà passare da uno di questi conti marginali gratuiti all’imposizione di una commissione di 29 euro al trimestre.

Immagine della lettera inviata da Banco Santander a un cliente.
Immagine della lettera inviata da Banco Santander a un cliente.

Quest’ultimo è il caso dei clienti del Conto Standard Individuale: gli utenti a cui non è stata addebitata alcuna commissione hanno ricevuto una lettera quest’estate in cui si annuncia che dal 17 settembre verrà applicato un tasso trimestrale di manutenzione di 29 euro, nonché una commissione amministrativa di 0,65 euro per punto. In questo modo, senza effettuare un singolo movimento in questo account, il cliente deve pagare 116 euro all’anno, a cui verrà aggiunto un importo variabile a seconda delle note.

La lettera di Santander spiega inoltre che “quando è arrivata la data di entrata in vigore di questa modifica, si comprenderà che l’accetti se, prima di tale data, non comunichi la tua opposizione al tuo ufficio. In questo caso, puoi recedere dal contratto del tuo account immediatamente e senza costi di cancellazione ”.

La banca ha anche deciso di aumentare la commissione del suo Conto Classico, la cui commissione di manutenzione al trimestre va da 24 a 29 euro, con un incremento del 20,8%, a cui viene aggiunta la commissione amministrativa di 0,65 euro per punto , già applicabile ora.

L’entità presieduta da Ana Botín spiega che l’aumento delle commissioni si basa sul tipo di cliente e sull’account che ha contratto. In questo modo, potrebbero aver ricevuto comunicazioni diverse.

Nel caso del Conto corrente, la nuova commissione di mantenimento che l’entità applica è di 9 euro al mese, che avrà effetto solo in caso di violazione delle condizioni stabilite.

Fonti ufficiali della banca sottolineano che “è semplicemente aggiornare i tassi nel nuovo contesto aziendale e omogeneizzare le condizioni dei conti (abbinando risparmi e correnti), oltre a semplificare l’offerta e rendere i clienti che vogliono essere Transazionale con noi optare per gli account che abbiamo a questo scopo come Zero Account 1,2,3, Account 1,2,3 o Smart ”.

Nel maggio 2015 Santander Spagna ha deciso di trasformare la sua politica commerciale con il lancio dell’Account 1 | 2 | 3 per clienti privati ​​e autonomi, diventando la leva chiave per acquisire, conservare e collegare i propri utenti “, con un’offerta più semplice e più adeguata alle tue esigenze “, ha spiegato la banca.

Ma l’Account 1,2,3 ha subito diverse modifiche dal suo lancio in Spagna quattro anni e mezzo fa, il che lo ha reso attraente. L’ultimo è stato nell’ottobre dello scorso anno, quando ha deciso di ridurre l’importo massimo che ha pagato il conto al 3% a 1.000 euro, rispetto ai 6.000 euro dell’epoca.

Mantiene, ovviamente, il bonus delle entrate (fino a 110 euro al mese).

Santander, oltre a ridurre e omogeneizzare il suo catalogo di risparmi e conti correnti (un processo che ha già richiesto tempo), cerca, come il resto delle banche europee, nuove fonti di reddito per compensare il lungo viaggio della politica monetaria della Banca Centrale europea (BCE), che prevede di continuare con tassi di interesse vicini allo 0% o negativi.

Tutte le banche riconoscono che uno dei modi principali per migliorare le proprie entrate è aumentare le commissioni, attraverso aumenti dei tassi, aumentare il trasferimento di depositi ai fondi, creare nuove commissioni o, come è il caso, aumentare le commissioni ai clienti. prodotti meno collegati o meno transazionali.

L’UNICA ENTITÀ EUROPEA CON ONBOARDING DIGITALE PER LE AZIENDE

La European Financial Management & Marketing Association (Efma) ha sottolineato Santander per “trasformare l’onboarding” per le aziende, in quanto è la prima banca europea che consente di eseguire questo processo al 100% in digitale. “La soluzione di Santander combina diverse nuove tecnologie dirompenti con una visione centrata sul cliente”, afferma Efma, che ha incluso l’onboarding digitale Santander come “innovazione del mese”. “Santander è diventata la prima banca europea a offrire una soluzione di onboarding digitale al 100% per le PMI non clienti”, afferma Efma. “Raggiungere questo traguardo avvicina le PMI alla banca” e serve ad aprire le porte “a nuovi modelli di business per i non clienti in un ambiente digitale, in concorrenza con attori sia tradizionali che nuovi (neobank e fintech)”.

Attraverso questo processo, avviato alla fine del 2018, le aziende che non sono ancora clienti possono aprire un account con Santander al 100% in digitale, tramite il Web o l’app, senza bisogno di scartoffie o Vai in ufficio. “Automatizzando e digitalizzando le fasi principali dell’onboarding, Santander ha ridotto con successo il tempo necessario ai nuovi clienti per aprire un account da una media di sette giorni a soli 15 minuti, rispetto al processo tradizionale in ufficio”, afferma Efma .

L’onboarding digitale “non solo migliora l’esperienza del cliente, ma garantisce anche i massimi livelli di sicurezza e conformità, riducendo al minimo le frodi e i rischi operativi”, sottolinea questa partnership. “La strategia di Santander si basa sulla scalabilità di processi, prodotti e modelli, nonché sulla leva nelle fonti di informazione interne ed esterne. Ciò consentirà alla banca di includere la soluzione di digital banking in qualsiasi piattaforma di terze parti e di interagire con le PMI non clienti in tempo reale “, aggiunge.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.