UBS e CS come nuovi baroni del potere

Samuel Gerber finews.ch 4.9.19

Lac d'Emosson, Svizzera

Lac d’Emosson (Immagine: Unsplash / Gonz)

Una holding di pompe UBS in questo paese ha di nuovo centinaia di milioni di franchi di energia rinnovabile. Nel frattempo, un investitore nell’ambiente del Credit Suisse dà il tono alla più grande utility.

Il ramo di fondi di UBS, insieme alla società di investimento Fontavis e all’assicuratore cooperativo Mobiliar, ha raccolto CHF 472 milioni da fondi pensione svizzeri e investitori istituzionali. Questo è emerso da un messaggio della grande banca di mercoledì.

I fondi verranno utilizzati per finanziare la società di investimento UBS Clean Energy Infrastructure Switzerland 2 , la seconda edizione di un’offerta che è stata la prima nel mercato finanziario nel 2013. La soluzione di investimento offre agli investitori professionali l’accesso alle centrali elettriche per la produzione di energia sostenibile – quali biomassa, energia idroelettrica, solare termico e fotovoltaico – nonché alle aree di approvvigionamento e smaltimento in Svizzera.

Quasi la metà dei fondi già collocati

Dopo il lancio del portafoglio sei anni fa, 44 investitori istituzionali hanno aderito alla seconda tranche. Il 42 percento del volume delle sottoscrizioni è già collocato in cinque società di portafoglio. Con il nuovo capitale, il portafoglio verrà ampliato nei prossimi anni, come è stato chiamato.

Mentre i servizi pubblici locali sono in una crisi strutturale e riescono a malapena a raccogliere fondi per grandi investimenti, i fondi pensione svizzeri e, con essi, le due grandi banche si stanno trasformando sempre più in baroni dell’elettricità: CSA Energy Infrastructure Switzerland (CSA), il più grande fornitore svizzero di energia elettrica, sta ora dando il tono da cui vari fili portano alla grande banca Credit Suisse (CS).

Lanciato nel 2014, CSA si concentra sui carburanti tradizionali e, in particolare, sull’energia idroelettrica, in contrasto con il prodotto UBS. Il CSA è stato ancora più popolare tra gli investitori istituzionali, poiché ha già portato nel 2017 un volume totale di investimenti di 1,2 miliardi di franchi.Per i fondi pensione, il caso è chiaro: sono attratti dalla promessa di realizzare flussi di cassa regolari sull’infrastruttura energetica nel contesto di bassi tassi di interesse in corso.

Attacco dell’attivista

Tuttavia, i fondi pensione diventano così attori importanti in un campo, poiché alla fine si tratta di sicurezza dell’approvvigionamento ed è quindi altamente politico. Mercoledì stesso, UBS ha sottolineato che gli investimenti hanno un “grande significato economico”.

Allo stesso tempo, gli imponderabili del settore energetico stanno diventando evidenti. Ad esempio, CSA sta affrontando una rivolta degli azionisti ad Alpiq, con Eric Knight, l’ attivista temuto nel settore finanziario locale, che detiene il comando.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.