Il capo obbligazionario europeo di Blackrock: “I mercati prevedono tassi di interesse zero per sempre”

Andrea Cünnen, Jakob Blume Handelsblatt.com 9.9.19

Il manager di Blackrock, Michael Krautzberger, parla di obbligazioni ad alto potenziale, dell’impatto della politica della BCE e del fascino dei soldi degli elicotteri.

Come capo obbligazionario europeo del colosso Blackrock, Michael Krautzberger non può evitare tassi di interesse negativi. I prezzi delle obbligazioni sono aumentati così tanto al di sopra del valore di rimborso che i due terzi di tutte le obbligazioni europee stanno pagando in rosso . In altre parole, chiunque acquista i documenti ora e li mantiene maturi fa perdite nonostante il pagamento degli interessi.

Krautzberger, che è responsabile di investimenti per 100 miliardi di euro presso Blackrock e gestisce anche i fondi, trova argomentazioni razionali per i tassi di interesse negativi. La politica monetaria della Banca centrale europea (BCE) con il suo tasso negativo per i depositi a breve termine dalle banche, l’intero tessuto si è spostato verso il basso, per i mercati c’è una nuova “linea zero”.

I mercati avrebbero agito come se l’ inflazione e la politica monetaria fossero rimaste molto allentate per almeno un decennio. “Un po ‘esagerato, si potrebbe dire: i mercati si aspettano zero tassi di interesse per sempre”.

La BCE ha abbassato il tasso dei depositi a breve termine delle banche anni fa nell’area negativa, attualmente è meno lo 0,4 per cento. In questo contesto, Krautzberger lo considera almeno non irrazionale quando gli investitori istituzionali investono denaro in obbligazioni i cui rendimenti sono relativamente bassi in meno.

. Questo non porterà molto nell’opinione di Krautzberger. Ha quindi ritenuto importante che la BCE e le altre banche centrali pensassero in anticipo su altre misure per stimolare l’inflazione e la crescita economica.

Una possibilità sarebbe “Going Direct”, una specie di denaro per elicotteri . In questo caso, le banche centrali creerebbero una certa quantità di denaro, che gli Stati direttamente, ad esempio, spenderanno per misure infrastrutturali.

Krautzberger presume che vedremo questo tipo di denaro per elicotteri nei prossimi dieci anni, ma piuttosto a causa del “complesso processo decisionale” piuttosto che prima nella zona euro, ma in Giappone o nella zona anglosassone. 

Tuttavia, tali considerazioni non incidono sulle sue decisioni di investimento. Il gestore del fondo definisce il suo lavoro considerando quotidianamente come può investire per “le prossime due, quattro settimane o anche due mesi” per generare “qualche decimo di percentuale delle entrate” per i suoi clienti. “Esaminiamo quali obbligazioni, ad esempio, sono sottovalutate rispetto ai Bund o che offrono alle scadenze a breve termine le migliori opportunità”, spiega.

Ad esempio, attualmente vede opportunità nelle obbligazioni italiane a quattro anni legate all’inflazione. “Lodano un’inflazione negativa, quindi diminuiscono invece di aumentare i prezzi al consumo”.

Il mercato sta costringendo i gestori di fondi a pensare più brevemente di qualche anno fa. Se i rendimenti alla scadenza sono positivi o negativi, è secondario per Krautzberger. “Se solo discutessimo dei rendimenti negativi, non prenderemmo una decisione di investimento.” Nei prossimi anni non sarà possibile fare molto con le obbligazioni. Con fondi molto flessibili, potrebbe essere dall’uno al due percento, meno con gli altri.

Leggi l’intera intervista qui

Signor Krautzberger, vede una bolla nel mercato obbligazionario? 
Bubble è un termine difficile. Se qualcuno dice che, ad esempio, il tasso del Bund a 30 anni è troppo alto e il rendimento a lungo termine zero o negativo è troppo basso, non direi. Si può dire che le obbligazioni sono piuttosto costose. Ma non abbiamo una bolla nel senso che il ritorno salirà alle stelle al 2,5 percento nei prossimi mesi, e quindi tutti dicono: “Era chiaro che ciò è accaduto, il rating era completamente irrazionale.

Ma cosa c’è di razionale al riguardo, quando tu come prestatore paghi soldi ai debitori invece di ottenere interessi? 
La politica monetaria della Banca centrale europea ha spostato tutto verso il basso, abbiamo una nuova linea zero. Quando le banche investono denaro durante la notte con la BCE, pagano gli interessi a un tasso equivalente allo 0,4% per un anno. Per gli investitori istituzionali che parcheggiano denaro presso le proprie banche depositarie a breve termine, i rendimenti dovrebbero addirittura essere meno dello 0,6 per cento. E la BCE abbasserà ulteriormente il tasso di deposito. Non è irrazionale che anche le obbligazioni siano redditizie in questo ambiente.

Tuttavia, il mondo delle obbligazioni è capovolto. 
Anche gli investitori istituzionali devono abituarsi alla nuova linea zero. Per loro, tuttavia, ha senso investire denaro in obbligazioni a lungo termine o titoli fruttiferi a breve termine come Pfandbriefe o obbligazioni societarie, i cui rendimenti sono relativamente bassi in rosso. Non vi è più interesse privo di rischio e persino l’interesse zero privo di rischio è scomparso.

Ciò significa che le obbligazioni sono un affare negativo. 
Questo è vero solo se mantieni le obbligazioni alla scadenza. Ma poiché i prezzi delle obbligazioni fluttuano, possono ancora guadagnare denaro.

Prevedi che i prezzi delle obbligazioni aumenteranno in modo significativo? 
No. Non direi ora: compra obbligazioni o fondi obbligazionari che puoi vendere con un grande profitto in un anno e mezzo. Dopotutto, l’ulteriore allentamento della politica monetaria riflette già ampiamente i mercati.

Come vuoi ancora guadagnare soldi con le obbligazioni? 
Il mercato ci sta costringendo a pensare più brevemente di qualche anno fa. Il mio compito è entrare nell’azienda su base giornaliera e pensare a come possiamo investire per le prossime due, quattro settimane o anche due mesi per guadagnare qualche decimo di percentuale dei profitti dei nostri clienti.

E come lo fai? 
Nel business quotidiano, pensiamo al cosiddetto valore relativo. In altre parole, esaminiamo quali obbligazioni, ad esempio, sono sottovalutate rispetto ai Bund o che offrono alle scadenze a breve termine le migliori opportunità. Non si tratta di stabilire se i rendimenti delle scadenze sono positivi o negativi. Se discutessimo solo dei rendimenti negativi, non prenderemmo una decisione di investimento.

Dove vedi attualmente le opportunità? 
Ad esempio, in Italia per le obbligazioni a quattro anni legate all’inflazione. Stanno valutando l’inflazione negativa, cioè in calo anziché l’aumento dei prezzi al consumo. Vediamo una possibilità di aumenti di prezzo. Teniamo anche d’occhio i titoli di Stato irlandesi. L’Irlanda dovrebbe essere un vincitore della Brexit a medio termine in quanto diventa più attraente come sede economica quando la Gran Bretagna lascia l’UE. A breve termine l’Irlanda soffrirebbe di una possibile Brexit dura. Lo considereremmo un’opportunità per un ingresso più ampio nei titoli di Stato irlandesi.

Quanti soldi puoi guadagnare con i fondi obbligazionari nei prossimi anni?

Non più così tanto. Con fondi molto flessibili che non si basano su alcun benchmark, potrebbe essere dall’uno al due percento, altri in meno. Ma molti investitori istituzionali sono probabilmente soddisfatti se ottengono i loro soldi solo con i fondi pensione.

Le azioni non sono più attraenti? 
Non così generale. Le azioni appartengono a tutti i portafogli, ma ora il passaggio dalle obbligazioni alle azioni è troppo rischioso, anche per gli investitori privati. Almeno non consiglierei a mia madre.

Perché no? 
Le scorte non sono più così economiche. Anche loro beneficiano della politica dei tassi di interesse bassi. Tuttavia, una volta corretti i mercati, le azioni subirebbero maggiori sofferenze perché oscillano più delle obbligazioni.

Questo significa che ti aspetti una correzione? 
Non a breve termine. Naturalmente ci sono pericoli. Ad esempio, se la BCE riuscisse nella sua politica monetaria e l’inflazione effettivamente salisse al due o addirittura al due e mezzo percento nel prossimo anno o due, ciò colpirebbe tutti i mercati.

Perché, dopo tutto, l’inflazione più elevata è l’obiettivo della BCE e probabilmente andrebbe di pari passo con una crescita economica più elevata? 
Questo è davvero paradossale e, in un certo senso, irrazionale. Ma i mercati si comportano come se l’inflazione e la politica monetaria fossero rimaste molto allentate per almeno un decennio. Un po ‘esagerato si potrebbe dire: i mercati si aspettano zero interessi per sempre.

Lo aspetti anche tu? 
È possibile che la BCE innalzi i tassi di interesse in cinque anni, o addirittura dodici, non lo so. Ma non ci penso quotidianamente nel mio lavoro, ma su come posso ancora guadagnare denaro per i nostri clienti negli attuali mercati.

Tuttavia, può la BCE, con un altro taglio dei tassi e acquisti di obbligazioni, aumentare l’inflazione e spingere i mercati verso l’alto? 
Non ho paura Quando la BCE ha ridotto il tasso di deposito da zero a meno 0,1 e poi poco dopo a meno 0,2%, ho capito. Per le banche e quindi anche per altri investitori istituzionali, fa la differenza se si investe il proprio denaro a interesse zero o a tassi di interesse negativi. Questa è una soglia da cui pensare di più alle alternative di investimento. Ma ora i tagli ai tassi di interesse non dovrebbero portare molto.

Perché no? 
In termini economici, ciò è legato alla riduzione dell’utilità marginale. Più uno consuma di un bene o servizio, minore è il beneficio di ogni ulteriore entità consumata. Ciò vale anche per lo sviluppo dei tassi di interesse. Ci sono persino discussioni su quando l’effetto si inverte, quindi i tassi di interesse negativi fanno più male che avvantaggiare l’economia. Alcuni studi lo vedono con un tasso di deposito negativo di meno lo 0,8 per cento.

Cosa intendi? 
Penso che sia illusorio poter nominare una frase specifica, da cui i tagli dei tassi di interesse diventano controproducenti. Ma è chiaro che i tassi di interesse negativi hanno effetti collaterali dannosi: per i fondi pensione, per le banche, per i risparmiatori, specialmente nelle società che invecchiano. Se, ad esempio, i risparmiatori si innervosiscono troppo e mettono i loro soldi in un caveau di casa, ciò non favorisce realmente l’economia. Per me, non siamo ancora nel campo dell’utilità marginale negativa, ma almeno nell’area in cui il segno non è chiaro.

Ciò significa che la BCE sta esaurendo le munizioni? 
La stessa banca centrale probabilmente non lo direbbe mai in modo da non avere alternative. Ma sarebbe importante pensare presto ad altre misure straordinarie. I tassi di deposito negativi e il programma di acquisto di obbligazioni che la BCE potrebbe riprendere, almeno, hanno già visto i mercati più come uno standard. E non solo con la BCE, ma anche con la banca centrale giapponese e la Federal Reserve americana.

Che cosa avrebbero possibilità la BCE? 
I miei colleghi del Blackrock Investment Institute hanno recentemente pubblicato un articolo su questo. Chiedono una “direzione diretta”. Pertanto, una banca centrale creerebbe una certa quantità di denaro, che potrebbe emettere direttamente gli Stati, ad esempio, per misure di infrastruttura. Pompare denaro direttamente nel ciclo economico spingerebbe l’economia e l’inflazione.

Le banche centrali non intervenirebbero direttamente in politica con questo tipo di denaro per elicotteri? 
No. Le banche centrali avrebbero fornito solo i soldi. La sua distribuzione sarebbe responsabilità dei politici.

Pensi che i soldi di questo elicottero saranno lì? 
Penso che lo vedremo nei prossimi dieci anni, ma non prima nella zona euro, dove il processo decisionale è troppo complesso. In Giappone o nell’area anglosassone potevo immaginare qualcosa del genere. Tuttavia, tali considerazioni non influiscono sulle mie decisioni di investimento.

Signor Krautzberger, grazie per l’intervista.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.