La BCE aggrava il tasso che addebita alle banche al -0,50% e riprende l’acquisto del debito

expansion.com 12.9.19

Mario Draghi, presidente dell’ESPANSIONE della BCE

La BCE ha scaricato gran parte dell’artiglieria nella riunione odierna. La facilità di deposito, il tasso applicato alle banche per i loro depositi, scende da -0,40% prima di -0,50%, come previsto. Inoltre, ha deciso di non attendere oltre e ha avviato un nuovo programma di acquisto di debiti, anche se per un importo inferiore al previsto. La BCE si impegna a non aumentare i tassi fino al raggiungimento dell’obiettivo di inflazione.

Gli allarmi economici, finanziari e politici hanno innescato le aspettative in vista della riunione odierna della Banca centrale europea. Lo stesso Mario Draghi era responsabile di confermare che la BCE stava prendendo in considerazione l’introduzione di una vasta gamma di stimoli monetari per rilanciare l’economia.

Prossima estensione.