Santander e BBVA scommettono sulla lotta contro il riciclaggio di denaro virtuale

NICOLÁS M. SARRIÉS expansion.com 12.9.19

Ana Botín, presidente di Santander, e Carlos Torres, presidente di BBVA. 

Cerrar Publicidad

La banca della Cantabria partecipa a una nuova tornata di finanziamenti ellittici. Il fondo di venture capital dell’entità basca aumenta la sua partecipazione al Kasisto “fintech”.

Le due grandi banche spagnole hanno rafforzato la loro presenza in due nuove società basate sulla tecnologia, nell’ambito della loro strategia globale di digitalizzazione e innovazione, che combina l’ingresso nel capitale e il finanziamento di start-up promosse da terzi con investimenti nei propri sviluppi.

La scorsa settimana, Santander e BBVA hanno raddoppiato le loro scommesse per le società tecnologiche internazionali. La banca presieduta da Ana Botín ha partecipato (attraverso la sua controllata di capitale di rischio Innoventures) a un nuovo round di finanziamento della società britannica Elliptic, dedicato allo sviluppo di soluzioni informatiche contro il riciclaggio di denaro virtuale, che sono già utilizzate in più di cento criptovalute.

Innoventures si è unito al debito finanziario giapponese SBI e ai fondi di capitale di rischio AlbionVC, SignalFire e Octopus Ventures per contribuire con l’avvio di altri 23 milioni di dollari (20,8 euro) di nuovo capitale, specializzandosi nella lotta contro le transazioni illegali e attività criminali nel campo delle criptovalute. La banca della Cantabria ha partecipato dal 2015 ai precedenti round di finanziamento per questa società, che è già riuscita a raccogliere oltre 35 milioni di dollari (31,7 milioni di euro) dalla sua fondazione.

Le fonti di Santander hanno scelto di non divulgare l’investimento fornito in Elliptic, sebbene Manuel Silva, Managing Partner degli investimenti di Innoventures, ritenga che questa start-up «sia un elemento fondamentale in questa evoluzione del settore, poiché le sue soluzioni di prevenzione il riciclaggio di denaro e la sicurezza delle transazioni danno credibilità e fiducia ai diversi agenti di questo nuovo mercato “, spiega.

Con questo nuovo investimento, i responsabili di Elliptic intendono finanziare la sua espansione nel mercato asiatico, aprendo nuovi uffici in Giappone e Singapore. Il rafforzamento in Asia non è casuale, poiché i ricavi provenienti da quest’area si sono moltiplicati per undici negli ultimi due anni, secondo fonti ufficiali. Le risorse raccolte serviranno anche a sviluppare soluzioni adattate alla Bilancia, la criptovaluta guidata da Facebook.

BBVA scommette su conversazioni digitali

BBVA, d’altra parte, ha anche partecipato a un round di finanziamento la scorsa settimana, in questo caso della società americana Kasisto. Fondata nel 2013, questa fintech è dedicata allo sviluppo di tecnologie di intelligenza artificiale applicate alle conversazioni automatiche ed è il principale fornitore globale di soluzioni digitali per gli assistenti virtuali nel settore bancario.

La banca presieduta da Carlos Torres ha partecipato a questo round di finanziamento attraverso il suo fondo di venture capital Propel Venture Partners, attraverso il quale Kasisto ha raccolto 15 milioni di dollari (13,6 milioni di euro) di capitale. Le fonti dell’entità basca non hanno specificato in dettaglio l’importo contribuito a questa operazione, a cui hanno partecipato anche altri investitori internazionali, come Rho Capital Partners, Two Sigma Ventures e Commerce Ventures.

Tra i clienti che Kasisto possiede già vi sono gruppi bancari internazionali come JPMorgan, Toronto Dominion Bank e Standard Chartered, nonché altre grandi società finanziarie globali come Mastercard.