Storie di disastri: Ermotti cambia capo delle pubbliche relazioni

insideparadeplatz.ch 13.9.19 Lukas Hässig

Il capo della comunicazione UBS fugge su Pictet – la guerra contro i media finisce in un disastro – Ermotti ha bisogno di un nuovo uomo per la terza volta.

Quest’anno UBS e il suo capo Sergio Ermotti hanno dichiarato guerra ai media. Questo senza basi: le storie si sono rivelate corrette.

Ora, l’uomo seduto accanto agli eventi mediatici della banca accanto a Ermotti e controllato il suo aspetto in pubblico, sorprendentemente fuori bordo – direttamente sul Pictet, come riporta Finews .

Un passo indietro per Hubertus Kuelps, in qualità di amministratore delegato del gruppo UBS con un salario di 1 milione più un anno. Forse si merita bene al Pictet, ma questo è un “nano” in confronto.

Kuelps era già il secondo capo PR di Ermotti nella sua era. In precedenza, Michael Willi era al comando. È volato via – oggi dirige la comunicazione globale Novartis.

Willi, Kuelps, ora un novizio: Ermotti cambia i suoi capi PR sul tapis roulant. Come gli altri capi. Martin Blessing aveva appena 3 anni, anche Andrea Orcel fuggì prematuramente.

Ermotti può incolpare Kuelps per un disastro senza eguali. UBS è venuto quasi dal nulla al centro dell’attenzione dei media.

Lei, numero 1 nel paese, che ha avuto un lungo vantaggio sulla concorrenza, ha sostituito la CS come fornitore principale.

Di chi è la colpa? Kuelps, l’uomo dei media? O Ermotti, il capo?

L’uomo dietro: Kuelps (Horn), Ermotti (IP)

Kuelps ha praticamente cambiato l’intera squadra. Ha lucidato il marchio UBS, lanciato una campagna pubblicitaria mondiale.

Ciò gli ha portato buoni voti per molto tempo. La crisi è iniziata all’inizio del 2019. Il tedesco ManagerMagazin ha riferito che Martin Blessing, il presunto successore di Ermotti, potrebbe volare via.

Il background era una lotta di potere tra il presidente Axel Weber e il CEO Sergio Ermotti.

UBS ed Ermotti andarono alle barricate. In uno dei suoi primi detti su Twitter, Ermotti ha colpito il mezzo tedesco. Fu seguito da lamentele che Hubertus Kuelps spinse.

“Approccio inaccettabile per creare titoli”: Ermotti ( Twitter )

Alla fine, una contronotifica ha attirato l’attenzione.

Allo stesso tempo: Bloomberg e poi altri media hanno riferito sulla ricerca esterna di UBS di possibili successori di Ermotti. Ha negato la conferenza stampa annuale alla fine di gennaio. Rumoroso, inconfondibile.

Tutte cazzate.

Infine, a luglio, l’attacco frontale al giornalista finanziario del Financial Times, sempre via Twitter, questa volta per conto di UBS.

Ciò significa che il responsabile delle comunicazioni Hubertus Kuelps si è assunto ufficialmente la responsabilità dell’attacco al giornale mondiale.

FT sta facendo una campagna contro UBS – ha affermato la sede della banca di Zurigo.

“Giornalismo agenda?” UBS v. FT (Twitter)

Tre volte il missile contro i Big Media, tre volte il messaggio, non permetteremo che ciò accada. Che cosa ha guardato fuori?

Niente. Al contrario: UBS ha dovuto tornare indietro.

Mentre nel caso del ManagerMagazine, dopo tutto, è emersa una contro-dichiarazione, la furia di Ermotti attorno alla successione ha mostrato che UBS era dopotutto in una ricerca esterna.

Recentemente ha assunto Iqbal Khan del CS – e lo stesso Ermotti ha detto al NZZ che Khan era un papabile per la sua sedia.

“Penso che abbiamo almeno tre buoni candidati interni, e se qualcuno fa il core business come co-capo, è chiaro che questa persona dovrebbe avere il potenziale”, ha dichiarato il CEO di UBS nell’intervista di NZZ .

UBS è diventata molto male al lancio del missile contro l’FT. Questo colpo è andato indietro – pieno.

Nel frattempo UBS ha cancellato da Internet il suo rimprovero Twitter contro il giornale di affari.

Tre casi, tre attacchi macho ai media, tre fallimenti: al posto dell’ultimo piano di UBS che si occupa del business e del prezzo delle azioni, strappa una fila nello spazio pubblico che la danneggia.

Ora l’uomo che ne è ufficialmente responsabile scompare: il capo della comunicazione Kuelps. È stata una sua idea uscire dai media in quel modo?

O Kuelps era solo la voce di suo padrone, ha messo i giornalisti sotto i riflettori, perché il suo capo Ermotti gli ha chiesto?

Una cosa è certa: negli ultimi mesi UBS ha fatto un caso miserabile con il suo lavoro di pubbliche relazioni. Il peggio è stato Parigi: lì , la banca ha sparato su giudici e terra. Ma quello non era sicuramente Kuelps. Ma Sergio Ermotti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.