Il doppio ruolo del Consiglio di vigilanza Zeltner diventa un problema per Deutsche Bank

Yasmin Osman Handelsblatt.com14.9.19

Deutsche bank ha troppi derivati in pancia

L’autorità di vigilanza bancaria esorta Deutsche Bank a risolvere il conflitto di interessi di un consiglio di vigilanza: Jürg Zeltner dovrebbe optare per un lavoro.

La Deutsche Bank di Francoforte si sta dirigendo verso un conflitto con i sorveglianti delle banche europee . Secondo le informazioni di Handelsblatt, gli ispettori delle banche non vogliono accettare il doppio ruolo del loro nuovo consiglio di sorveglianza, Jürg Zeltner: Zeltner è amministratore delegato della casa finanziaria lussemburghese KBL European Private Bankers. Il supervisore vede questo come un difficile conflitto di interessi . Ha esortato la banca a porre fine a questo conflitto, hanno detto persone che hanno familiarità con i fatti di Handelsblatt. È difficile immaginare che questo conflitto possa essere risolto fintanto che rimarranno il Consiglio di vigilanza della Zeltner Deutsche Bank e il capo della KBL, si dice.

La valutazione della BCE è pertinente perché consente di richiamare i consigli di amministrazione e di vigilanza delle banche, che ritengono inadatti. Se il supervisore dovesse opporsi alla nomina di Zeltner, dovrebbe lasciare il pannello.

Tuttavia, la BCE non ha ancora preso una decisione formale , hanno affermato gli addetti ai lavori. Fino ad ora, i supervisori sono rimasti insoddisfatti solo in modo informale. Ciò rientra nel quadro, in quanto i supervisori bancari europei di solito preferiscono la pressione informale alle decisioni formali. Come deciderà in caso di casi è aperta. I sorveglianti vorrebbero che la banca o Zeltner risolvessero il problema di propria iniziativa.

La BCE e un portavoce di Zeltner non hanno voluto commentare le informazioni. La banca tedesca ha sottolineato precedenti dichiarazioni, affermando che il suo comitato per le nomine “rivisto e considerato basso” potenziali conflitti di interesse avere. Questi potenziali conflitti “e il loro trattamento” sono stati segnalati anche alla BCE. Potenziali conflitti di interesse si rifletterebbero anche nella classificazione di Zeltner come “membro non indipendente del Consiglio di vigilanza”.

Il fatto che Zeltner sia considerato “non indipendente”, tuttavia, ha principalmente a che fare con le sue connessioni con il principale azionista del Qatar . La famiglia dominante del Qatar, che detiene tra il sei e il dieci percento delle azioni di Deutsche Bank, è di proprietà della società madre KBL.

Sovrapposizione nel business

Negli ambienti finanziari, si rileva che la Banca ha anche trovato soluzioni ai conflitti di interesse dei consigli di vigilanza in altri casi. L’ex capo della Germania del revisore dei conti PWC, Norbert Winkeljohann, per esempio, non ha partecipato alla decisione per l’elezione di un nuovo revisore, come mostra il rapporto annuale della casa finanziaria.

E il britannico Richard Meddings, Zeltner sostituito ad agosto nel Consiglio di vigilanza di Deutsche Bank, era persino a capo della banca privata e commerciale britannica TSB Bank – ma solo temporaneamente: quando l’allora CEO Paul Pester dovette andare nell’autunno del 2018 dopo un grave problema tecnico , Meddings è saltato dentro fino a quando Debbie Crosbie ha assunto il comando nel maggio 2019. Da allora, Meddings è nuovamente presidente del consiglio di sorveglianza di TSB.

Ma un capo di banca attivo, percepisce il mandato presso un’istituzione rivale è più che insolito in Europa. Secondo i rapporti, il punto di conflitto più importante per i supervisori delle banche è quindi il conflitto di interessi che sta alla base del duplice ruolo di Zeltner come capo della KBL e consiglio di vigilanza della Deutsche Bank. Per Zeltner non è solo il capo di KBL, ma ha anche investito nell’istituto “in modo significativo”.

Nelle linee guida non vincolanti della BCE sull’idoneità degli amministratori e dei consigli di vigilanza, i posti di alto livello e gli interessi finanziari in società concorrenti sono classificati come “conflitti di interesse potenzialmente rilevanti”. Tuttavia, Zeltner aveva rifiutato le dimissioni dal suo incarico KBL o una vendita delle sue azioni alla Handelsblatt in agosto.

Esistono sovrapposizioni tra KBL e Deutscher Bank, a differenza del caso di TSB Bank: entrambe le istituzioni competono per individui super ricchi o “ultra-high net worth”, che hanno oltre $ 30 milioni. La KBL, proprietaria della banca privata Merck Finck in Germania , vuole espandersi vigorosamente. Deutsche Bank vuole anche espandere la gestione patrimoniale e ha recentemente assunto diversi esperti del Credit Suisse specializzati nella cura dei super ricchi.