Commerzbank prevede di tagliare altri 4.300 posti di lavoro

expansion.com 20.9.19

EFE

Commerzbank, parzialmente nazionalizzata, vuole tagliare altri 4.300 posti di lavoro a tempo pieno e studi vendendo la sua quota di maggioranza nella banca polacca mBank per generare risorse finanziarie che le consentano di attuare la sua strategia e i relativi investimenti.

Oggi Commerzbank ha riferito che “è inevitabile un’altra riduzione dei posti di lavoro in tutto il gruppo” e che, allo stesso tempo, creerà 2.000 posti di lavoro in altre aree.

Tre anni fa, la banca tedesca ha annunciato il taglio di 9.600 posti di lavoro, quasi il 20% della forza lavoro, necessari per essere redditizi.

Attualmente, l’entità, specializzata in servizi bancari commerciali, societari e di investimento, ha circa 40.700 dipendenti a tempo pieno e dovrebbe essere ridotta a 38.000 fino alla fine del 2020.

La vendita di mBank, che deve essere approvata dalle autorità di regolamentazione, comporterà una significativa riduzione delle attività ponderate per il rischio per 17.000 milioni di euro.

Il presidente di Commerzbank, Martin Zielke, presenterà venerdì prossimo in una conferenza stampa la strategia della seconda banca commerciale privata della Germania, in cui lo Stato tedesco ha una partecipazione del 15%