Mediaset rimbalza sul mercato azionario dopo l’accordo con Peninsula, che acquisterà le azioni del gruppo

expansion.com 20.9.19

Sede centrale di Mediaset.  ESPANSIONE MEDIASET

I titoli della controllata spagnola di Mediaset sono aumentati di oltre il 3% sul mercato azionario dopo aver saputo che Mediaset Italia ha raggiunto un accordo con il fondo Peninsula Holding.

Potrebbe acquistare fino a 355 milioni di azioni della nuova piattaforma creata dal gruppo di comunicazione, MediaforEurope (MFE), che unirà le sue attività italiane e spagnole. 

In particolare, le azioni di Mediaset España sono rimbalzate del 3,5% alle 11,00, fino a 6,19 euro, dopo che la società ha offerto tutti i dettagli dell’operazione. 

Come la società ha informato la National Securities Market Commission (CNMV), il fondo si impegna ad acquisire i titoli degli investitori che rifiutano la creazione di MFE esercitando il loro diritto di opporsi alla fusione e di non aderirvi . Peninsula Holding è una società di capitali di rischio domiciliata in Lussemburgo.

L’accordo è soggetto a diverse condizioni. Pertanto, Peninsula acquisterà solo le quote di quegli investitori in Mediaset Italia che rinunciano all’operazione con pacchetti di almeno il 5% di MFE o investitori in Mediaset Spagna solo fino a un massimo di 17,8 milioni di azioni di MFE. Dipende anche dal buon esito della transazione e gli azionisti non rinunciano a oltre 470 milioni.

Mediaset ha ribadito che questo accordo offre “vantaggi strategici e operativi” che possono essere realizzati solo “da un’aggregazione aziendale guidata da un team di gestione unico e coerente con una chiara visione delle priorità strategiche e un modello di business in grado di creare valore per tutti gli azionisti “, ha quindi sottolineato l’importanza dell’accordo raggiunto.

Per tutti questi motivi, hanno espresso la loro soddisfazione in tal senso nel decidere Peninsula Holding “di sostenere il progetto industriale Mediaset, riconoscendo sia il suo valore che la sua strategia significativa” mentre da Peninsula hanno dichiarato “di credere fermamente nel progetto industriale dell’azienda” che hanno ribadito il loro sostegno al Gruppo in questa operazione per “partecipare alla nascita di uno dei principali operatori di media europei”.