H&M chiude i negozi, riduce il personale e guadagna il 90% in meno in Spagna

VICTOR M. OSORIO expansion.com 21.9.19

Immagine di uno dei negozi H&M in Spagna.  ESPANSIONE Elena Ramón

L’azienda tessile ottiene un prestito di 100 milioni di BBVA per rimborsare ai suoi azionisti dopo aver accumulato due anni di entrate e quattro anni di profitti al ribasso.

H&M soffre in Spagna. Hennes & Mauritz SL, la consociata della multinazionale svedese nel mercato spagnolo, ha chiuso l’anno scorso con un fatturato di 663 milioni di euro, lo 0,8% in meno, ma l’incremento delle spese operative si è drasticamente ridotto , nel 46%, sia il risultato operativo che l’utile ante imposte, che sono scesi rispettivamente a 10,22 milioni e 9,99 milioni.

Inoltre, la società ha dovuto affrontare il pagamento di 8,7 milioni di euro per le imposte sul reddito, più del doppio rispetto all’anno precedente, che ha lasciato l’utile netto a soli 1,25 milioni – con un margine netto di 0, 2% -, che è del 90% in meno rispetto al 2017, quando ha guadagnato 14,3 milioni.

I risultati di H&M in Spagna sono notevolmente diminuiti negli ultimi cinque anni. La società ha già due anni di fatturato e quattro vantaggi, sia operativi che netti, al ribasso. Pertanto, il suo utile operativo ha accumulato un calo del 65% dal 2014, quando ammontava a 28,5 milioni, mentre l’utile netto, che ha raggiunto 19,7 milioni quell’anno, è diminuito del 94% negli ultimi quattro anni.

La società ha stanziato profitti di 1,25 milioni l’anno scorso in riserve volontarie. Ciononostante, il 9 gennaio 2018 ha formalizzato un prestito con BBVA per un importo di 100 milioni di euro e scadenza nel 2020, che era completamente disponibile alla fine dell’anno-novembre 2018- per distribuire un dividendo di 70 milioni ai suoi azionisti e rimborsare anticipatamente un prestito con una società del gruppo per i restanti 30 milioni, come indicato nei conti della società.

Nel 2017, sebbene i suoi benefici siano stati molto più elevati, la controllata H&M in Spagna non ha distribuito dividendi.

piegare

Lo scorso anno H&M ha aperto tre negozi in Spagna, ma ne ha chiusi otto, il che ha ridotto la sua presenza sul mercato nazionale a 171 punti vendita al 30 novembre 2018. Queste cifre spiegano che la società ha tagliato, di 101,5 milioni a 97,9 milioni, le sue spese di noleggio. L’apertura e la ristrutturazione dei negozi effettuate lo scorso anno ha comportato un costo di 14,2 milioni di euro, mentre la chiusura dei negozi ha comportato perdite per 1,54 milioni.

La chiusura degli stabilimenti spiega, almeno in parte, la riduzione della forza lavoro dell’azienda. Alla fine dello scorso anno, Hennes & Mauritz SL aveva 6.063 dipendenti in Spagna, 206 meno di un anno prima, mentre la sua forza lavoro media era diminuita due volte in 441 persone, da 6.517 lavoratori nel 2017 a 6.076 nel 2018.