Sergio Ermotti è nuovo nel club dei boss “verdi”

finews.ch 16.10.19

Modello Doutzen Kroes, CEO di UBS Sergio Ermotti con bracciali a bottoncino

Il boss di UBS Sergio Ermotti si unisce a un’alleanza manageriale esclusiva che vuole migliorare il mondo. La grande banca stessa ora lavora fianco a fianco con le Nazioni Unite.

Sergio Ermotti entra a far parte della “CEO Alliance on Global Investors for Sustainable Development” (GISD), fondata lo scorso aprile , secondo una dichiarazione di UBS di mercoledì. L’ammissione al club esclusivo di 30 dirigenti finanziari, tra cui Scott Matherdella società di fondi statunitense Pimco, è avvenuta su invito del segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.

Allo stesso tempo, UBS entrerà a far parte dell’associazione di società GISD impegnata ad accelerare e accelerare gli sforzi per adattare il business agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDG).

$ 5 miliardi per investimenti a impatto

Secondo i termini del memorandum, UBS si è prefissata l’obiettivo di guadagnare circa $ 5 miliardi in investimenti a impatto con profitti sociali e ambientali positivi entro la fine del 2021. Il costo per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite è stimato in diversi trilioni di dollari all’anno.

Due anni fa, la più grande banca svizzera ha iniziato a promuovere impianti sostenibili su scala industriale . Inoltre, ci sono azioni in cui il CEO Ermotti si imposta personalmente. Dallo scorso giugno, ad esempio, ha indossato braccialetti “togetherband”, che simboleggiano i 17 obiettivi SDG e che dovrebbero aiutare ad avvicinarli.