I gestori patrimoniali prevedono la rielezione di Donald Trump

| di Claude Baumann finews.ch 22.10.19

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump (Immagine: Shutterstock)

Nonostante il rischio di impeachment, la guerra commerciale e altre controversie, il 70% dei gestori patrimoniali svizzeri si aspetta una rielezione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Di conseguenza, le aspettative sul mercato azionario sono positive.

Le opinioni sono ovviamente formulate: un buon 70% dei gestori patrimoniali svizzeri prevede la rielezione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump l’anno prossimo. Al contrario, solo il 20 percento degli intervistati si aspetta una vittoria per il Partito Democratico ( vedi tabella ).

Trump 521

Ciò emerge dall’ultimo indice Aquila Asset Management (AVI), che il gruppo svizzero Aquila pubblica ogni tre mesi in collaborazione con finews.ch . L’indice riassume varie previsioni fatte da gestori patrimoniali indipendenti in Svizzera. Quasi 130 aziende hanno preso parte all’ultimo sondaggio.• Fare clic qui per la panoramica completaUn altro mandato di quattro anni di Donald Trump dovrebbe essere positivo sul mercato azionario. Almeno, i partecipanti al sondaggio sospettano. Si aspettano che i tassi di interesse continuino a scendere negli Stati Uniti, il che a sua volta avrebbe un impatto sui tassi di interesse nella zona euro e in Svizzera.In questo contesto, non sorprende che i gestori patrimoniali svizzeri stiano ipotizzando che i prezzi delle borse aumenteranno in modo significativo nei prossimi tre mesi (nel 53 percento degli SMI degli intervistati, nel 43 percento EuroStoxx50 e nel 47 percento S & P500) ( vedi grafico ). Nel complesso, i gestori patrimoniali sono ottimisti circa le aspettative positive. Un totale del 44 percento degli intervistati prevede uno sviluppo commerciale positivo o addirittura molto positivo nei prossimi dodici mesi; Il 43 percento ipotizza uno sviluppo stabile. E in queste premesse, un terzo dei gestori patrimoniali intervistati desidera assumere dipendenti aggiuntivi, come mostra ulteriormente il sondaggio attuale ( vedi grafico ). Più nuovi soldiUno sguardo indietro mostra anche che i primi nove mesi del 2019 hanno lasciato il segno sui libri di gestori patrimoniali indipendenti. I tassi allettanti tra gennaio e la fine di settembre non solo hanno portato ad un aumento delle risorse gestite nel 57 percento degli intervistati, ma anche a un aumento significativo di nuovi fondi nel 31 percento degli intervistati. La buona performance del mercato è stata anche importante per la crescita del 37% dei gestori patrimoniali ( vedi grafico ).In tre mesi, i gestori patrimoniali svizzeri vedono l’SMI a una media di 10’017 (trimestre precedente: 9’693), l’oro al prezzo di un buon 1’538 (nel trimestre precedente: 1’392), l’oncia e l’euro a 1,08 (nel Vorqur: 1.11) Franconia.Il prossimo indice AVI sarà pubblicato a gennaio 2020