Credit Suisse: l’uomo più importante

| di Peter Hody finews.ch 11.11.19

Tidjane Thiam, CEO del Credit Suisse, sta nuovamente riorganizzando il proprio Comitato esecutivo. Nel corso di ciò diventa evidente chi è attualmente l’uomo più importante della banca svizzera.

Jim Amine , capo della banca d’investimenti di lunga data del Credit Suisse (CS), si è dimesso dal senior management presso la banca svizzera . La mossa arriva bruscamente: appena dieci giorni fa, Amine è passata brevemente davanti ai media a Zurigo e, su richiesta del CEO Tidjane Thiam , ha spiegato come voleva portare la sua unità Investment Banking & Capital Markets (IBCM) fuori dal nulla .

David Miller , come Amine, un veterano di Investment Banking di CS , ora assume questo compito . Assume anche la posizione di Amines nella gestione aziendale di CS, dove le modifiche sono state apportate l’ultima volta in rapida successione; consentendo di sostituire James Walker COO Pierre-Olivier BouéePhilip Wehle capo della gestione patrimoniale Iqbal Khan. Prima che è venuto alle uscite di Peter Goerke e Jo Oechslin recente Antoinette Poschung e Lydie Hudson loro.

Rinforzato da Eric Varvel

L’annuncio sulla nomina di Miller di lunedì, tuttavia, è stato chiaro: il rivenditore Miller è un presidente messo da parte. “Stiamo rafforzando il gruppo dirigente IBCM”, ha affermato Thiam. Questo rinforzo ha luogo nella persona di Eric Varvel (foto sotto) .

Eric Varvel

L’americano diventa così l’uomo in CS che ora indossa il maggior numero di cappelli: presidente Investmentbank, presidente e CEO di CS USA e CEO Asset Management. Con queste importanti funzioni svolge un ruolo chiave all’interno del CS. In breve: Varvel è attualmente l’uomo più importante di Thiam.

Estratto da Thiam

Poco più di cinque anni fa, il futuro del mormone e il padre di cinque figli all’interno di CS era apparso molto diverso. Dopo anni come co-capo della banca d’investimento e membro del Comitato Esecutivo , si è dimesso nel 2014 sotto l’amministratore delegato Brady Dougan nella seconda parte.

Come presidente delle regioni Asia-Pacifico e Medio Oriente, ha goduto per alcuni anni del merito di non avere la responsabilità operativa all’interno del gruppo e di concentrarsi esclusivamente sull’eccezionale relazione che aveva con gli investitori del Qatar.

Ma Thiam ha riportato Varvel. Nel 2016 ha assunto il ruolo di CEO Asset Management di Bob Jain . Formalmente, Varvel era quindi subordinato a Iqbal Khan, il nuovo capo dell’International Wealth Management, perché Thiam aveva trasferito la gestione patrimoniale a questa unità.

Cavallo da tiro in IWM

Varvel ha fatto un ottimo lavoro, come dimostrano i numeri. Sotto di lui, la gestione patrimoniale ha raddoppiato l’utile ante imposte entro il 2018 e le attività gestite sono aumentate di 68 miliardi di franchi, di cui 48 miliardi sono stati nuovi attivi effettivi.

Nell’anno in corso, Asset Management ha aumentato l’utile ante imposte di un ulteriore 30% entro il terzo trimestre, raccogliendo 14 miliardi di franchi svizzeri di nuovi soldi. Ciò significa che l’attività di Varvel è attualmente la forza trainante nella gestione patrimoniale internazionale. Nel 2014 il Private Banking ha raccolto “solo” 10,4 miliardi di franchi svizzeri di fondi dei clienti e ha aumentato l’utile al lordo delle imposte di ben il 13 percento.

Fuori dai riflettori

Mentre Khan, il capo di tutta la gestione patrimoniale CS, negli ultimi anni si è guadagnato la reputazione di star banker, Varvel di New York ha lavorato in modo affidabile e ha contribuito in modo significativo ai risultati eccezionali dell’International Wealth Management.

Già Thiam aveva capito che Varvel appartiene ai più abili manager del CS e lo ha riportato dal “Frühstücksdirektorium”. In qualità di CEO Asset Management, è rimasto al centro dell’attuale ristrutturazione – i riflettori sono stati attratti principalmente da Khann e Thiam.

Rapporti con il Qatar

Ma l’esperienza e soprattutto la relazione di Varvel erano inestimabili per il CS nella turbolenta fase iniziale di Thiams.

Secondo gli addetti ai lavori di CS, Varvel, che aveva guadagnato i suoi primi soldi come manager di una palestra a Dallas, in Texas, ha assunto un importante ruolo di mediatore nell’Emirato Arabo del Qatar come parte dei due aumenti di capitale del CS nel 2015 e nel 2016. Come aveva già fatto nel 2012, quando la Banca nazionale sollecitò la Banca nazionale ad aumentare il proprio patrimonio netto.

Il nome di Varvel era recentemente rientrato più spesso nel CS: in uno scenario in cui Thiam avrebbe preso il cappello nel corso dello scandalospionaggio per Khan, Varvel si sarebbe fidato di ricoprire il ruolo di CEO.

La costellazione nella struttura di potere del CS è ora un’altra: Varvel rimane nel secondo anello, mentre con Miller, un nuovo uomo sale nella gestione. Varvel ha reso ancora più indispensabile per il CS con il suo ruolo aggiuntivo nella banca di investimento, come è stato finora.