Gli stati dell’UE spingono per l’autorità di vigilanza sul riciclaggio di denaro dopo gli scandali

internationalinvetstment.net 11.11.19

EU states push for money laundering supervisor after scandals

Germania, Francia, Italia, Spagna, Paesi Bassi e Lettonia stanno spingendo per l’istituzione di una nuova autorità di vigilanza che subentrerebbe al controllo nazionale del riciclaggio di denaro sporco presso le società finanziarie dopo una serie di scandali con le banche europee.

In una dichiarazione congiunta, questi pesi massimi dell’UE hanno affermato che l’UE a 28 paesi aveva bisogno di un “supervisore centrale” per affrontare il flusso di denaro sporco all’interno del sistema finanziario del blocco.

“Laddove sono in gioco grandi interessi finanziari, esiste il rischio che le autorità di vigilanza nazionali siano influenzate direttamente o indirettamente da istituzioni o gruppi di interesse vigilati”, afferma la nota.Laddove sono in gioco grandi interessi finanziari, esiste il rischio che le autorità di vigilanza nazionali siano influenzate direttamente o indirettamente da istituzioni o gruppi di interesse vigilati “

I sei paesi hanno affermato che il nuovo supervisore potrebbe essere un nuovo organo o un cane da guardia esistente, l’Autorità bancaria europea (ABE), che dovrebbe essere rafforzato.

La mossa arriva dopo che le banche europee a Malta (Pilatus Bank), Lettonia e Cipro sono state chiuse per attività di riciclaggio di denaro.Le banche dei Paesi Baltici e del Nord Europa sono state anche coinvolte in transazioni sospette per un valore di miliardi di euro di denaro sporco russo attraverso la filiale estone di Danske Bank, in quello che è visto come il peggior scandalo di riciclaggio di denaro sporco nel continente.

I sei paesi hanno anche chiesto nuove regole antiriciclaggio, in quella che sarebbe stata la sesta revisione di tali disposizioni, appena un anno dopo che la loro ultima revisione era stata concordata in una riforma ora giudicata “non decisiva” dai sei paesi.

Uno studio legale su cinque nel Regno Unito non riesce a mantenere sistemi adeguati per prevenire il riciclaggio di denaro, secondo il cane da guardia del settore, tra gli avvertimenti del governo che gli avvocati sono presi di mira dai truffatori.