Moda: Del Vecchio jr incarica PJ Solomon per Brooks Brothers (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Si è compiuto il primo step per la possibile valorizzazione di Brooks Brothers, storico marchio di abbigliamento made in Usa, da parte di Claudio Del Vecchio. Secondo alcune indiscrezioni, la società avrebbe dato mandato alla banca d’investimento newyorkese PJ Solomon (al 51% di proprietà di Natixis) per sondare alcune opzioni. Un nome non da poco considerando la forte specializzazione dell’istituto sulla consulenza per operazioni come fusioni, acquisizioni, cessioni, ristrutturazioni, ricapitalizzazioni e private placement. 

Raggiunta telefonicamente, la banca ha preferito non commentare l’indiscrezione, ma le voci insistenti sembrano andare nella direzione già annunciata da MF-Milano Finanza l’8 novembre. Anche perché la possibile valorizzazione di Brooks Brothers avrebbe suscitato l’interesse di diversi fondi d’investimento di matrice anglossasone, che avrebbero iniziato a visionare il dossier. Quest’ultimo è finito anche sul tavolo di alcuni gruppi operativi nel medesimo settore. Difficile dire chi vi sia alla porta. Ma i nomi di alcuni grandi big del settore sembrano già essere oggetto di suggestioni. Pensieri che porterebbero a non escludere Pvh, gruppo di New York guidato dal ceo Emanuel Chirico, che controlla Tommy Hilfiger e Calvin Klein. 

Tutto sembra andare verso l’uscita di scena del primogenito del patron di Luxottica Leonardo Del Vecchio, che aveva comprato Brooks Brothers nel 2001. Il gruppo nell’esercizio fiscale chiuso al 31 luglio 2017 ha registrato un giro d’affari consolidato di 1,07 miliardi di dollari (pari a 970 milioni di euro) a fronte di una perdita di 69 milioni di dollari (62,3 milioni di euro). Mentre la branch europea guidata dall’ad Luca Gastaldi ha archiviato l’anno fiscale in utile per 212mila euro, ma in calo, e senza debiti. 

red/sda 

(END) Dow Jones Newswires

November 15, 2019 02:17 ET (07:17 GMT)