Con la sua IPO, Aramco cerca una valutazione di 1,7 trilioni di dollari

lesechos.fr 17.11.19

Il colosso petrolifero saudita ha finalmente svelato i dettagli della sua IPO, mentre questa domenica inizia il periodo di abbonamento. L’intervallo del prezzo delle azioni sarà compreso tra 30 e 32 riyal (da $ 8 a $ 8,50) e l’accordo dovrebbe guadagnare tra $ 24 e $ 25,5 miliardi.

0602253103450_web_tete.jpg

Un terzo delle azioni sarà riservato ai singoli investitori sauditi, afferma il gruppo petrolifero, senza ulteriori dettagli.

CREA NURELDINE / AFP

Infine i dettagli sulla IPO di Aramco. Il colosso petrolifero, che ha  lasciato con ansia l’attesa per questa operazione , ha annunciato domenica che avrebbe pianificato di vendere l’1,5% del suo capitale, il che avrebbe valutato il gruppo di circa 1,7 trilioni di dollari. Questo è significativamente inferiore ai 2.000 miliardi previsti dal principe ereditario Mohammed bin Salman nel 2016, ma rimarrebbe la più grande capitalizzazione del mondo.

L’operazione dovrebbe portarlo tra $ 24 e $ 25,5 miliardi. Cosa competere con la più grande IPO finora: il gigante del commercio elettronico cinese Alibaba, che aveva raccolto 25 miliardi di dollari a New York nel 2014.

In questo primo giorno del periodo di sottoscrizione, che durerà fino al 4 dicembre, Aramco ha anche annunciato che l’intervallo del prezzo delle azioni sarà compreso tra 30 e 32 riyal, o tra $ 8 e $ 8,50. Il prezzo finale del titolo sarà sospeso il 5 dicembre, secondo il prospetto pubblicato dalla società una settimana fa.

$ 1,7 trilioni di valore di valutazione

Un terzo delle azioni sarà riservato ai singoli investitori sauditi, afferma anche il gruppo petrolifero, senza ulteriori dettagli.

Nonostante un’intensa campagna di promozione, ci sono notizie di difficoltà per Aramco ad attrarre investitori istituzionali stranieri, fondi di prospettive incerte per il settore energetico e a causa dei timori per la trasparenza e la governance del gigante saudita.

ANALISI – Saudi Aramco: la lista impossibile di un gigante petrolifero

Aramco, che produce circa il 10% del petrolio mondiale, è considerato il gioiello economico del regno saudita e il pilastro della sua stabilità economica e sociale. La sua IPO è la pietra angolare del piano di riforma del Principe ereditario per diversificare l’economia ultra-dipendente dal regno.