Nexus MBS: scoppiare i sogni delle banche

| di Peter Hody finews.ch 21.11.19

Mohammed bin Salman (Immagine: Keystone)

Nel giro di poche settimane due piani di mercato azionario svettanti si sono schiantati duramente. I banchieri d’investimento in cerca di debito devono imparare l’umiltà. Il principe ereditario in Arabia Saudita si sta riunendo.

La distruzione di valore è spettacolare: è probabile che il colosso petrolifero saudita Aramco raggiungerà la borsa saudita Tadawul solo con una valutazione di $ 1,6 trilioni – se l’IPO dovesse ancora avvenire. Inizialmente erano stati richiesti $ 2 trilioni di dollari.

Ma la domanda tra gli investitori internazionali era troppo bassa. I banchieri stellari, tra cui Nick Koemtzopoulos del Credit Suisse (CS), che hanno partecipato al fine settimana a Riyadh, in Arabia Saudita, sono in uno stato di sbornia . L’offerta di moneta sperata per le banche di investimento sarà probabilmente un piccolo rivolo.

«Tragedia greca»

Con 450 milioni di dollari, il piatto della commissione era stato stimato. Ciò che vale per le banche sarà una frazione. I road show per le azioni saudite di Aramco sono stati cancellati, le quotazioni sugli scambi internazionali sospese, l’IPO è una questione locale. Come una “tragedia greca”, un banchiere di investimento ha coinvolto i processi del “Financial Times”– ha fatto esplodere i sogni di sete di banche di investimento.

Qualche settimana prima si è verificata una simile “tragedia” a New York: WeWork, la startup immobiliare del carismatico ed eccentrico fondatore Adam Neumann, si è immerso nel fondo. La valutazione di $ 47 miliardi si è dimostrata frutto della fantasia.

L’IPO, dopo Uber il secondo più grande dell’anno, non ha luogo. Le banche coinvolte avevano sperato in JPMorgan oltre $ 120 milioni di commissioni. Anche qui: sogni esplosi.

Visioni e persuasività

Esistono ancora più somiglianze tra WeWork e Saudi Aramco: dietro le società e i piani di borsa ci sono personalità con visione e un certo potere persuasivo.

L’israeliano Neumann, che è emigrato a New York in giovane età, ha affascinato investitori e banchieri con frasi che voleva sollevare il mondo in nuove sfere di coscienza. Neumann è stato quindi in grado di sopravvalutare una linea di credito di mezzo miliardo di franchi per le grandi banche svizzere Credit Suisse, UBS e JP Morgan, con azioni dell’IPO pianificata come garanzia.

Visitando MBS: rappresaglie

Il principe ereditario saudita Mohammed Bin Salman , in breve MBS, ha affascinato la comunità finanziaria internazionale con la sua “Vision 2030”, che promette la privatizzazione di imprese statali e reinvestimenti nella creazione di un’economia tecnologica oltre all’apertura sociale del regno islamico.

MBS e i suoi membri del governo saudita sono stati visitati in ottobre dal consigliere federale Ueli Maurer e da una delegazione di banchieri svizzeri . CS è riuscita ad assicurarsi il proprio ruolo di banca coordinatrice per l’IPO di Aramco.

Era noto che MBS non aveva solo giocato il suo potere persuasivo per questa IPO e la valutazione mirata di 2 trilioni in modo affascinante. Ha anche fatto affidamento su rappresaglie per costringere le ricche famiglie saudite ad acquistare azioni Aramco. Membri di queste famiglie saudite sono stati arrestati e torturati al Ritz Carlton Hotel di Riyadh due anni fa per volere di MBS fino a quando non hanno pagato circa $ 100 miliardi al tesoro statale.

40 miliardi per Softbank e WeWork

Le somiglianze sono ancora di più: il fondo sovrano controllato dai sauditi controllato da MBS è stato indirettamente investito in WeWork tramite il gruppo tecnologico giapponese Softbank. L’Arabia Saudita e Abu Dhabi hanno fornito a Softbank circa $ 40 miliardi.

Per MBS, è un investimento in quelle tecnologie e società promettenti che un giorno renderanno l’Arabia Saudita il principale centro economico in Medio Oriente con la “Vision 2030”. Al principe ereditario piace stare dalla parte del fondatore di Softbank Masayoshi Son , che ha sensibilmente definito il suo fondo da $ 100 miliardi “Vision”.

Pazzo, pazzo

Al fondatore di WeWork Neumann, al capo di Softbank piaceva l’idea di essere “pazzo” e gli aveva promesso più miliardi dopo un investimento iniziale di 3,5 miliardi di dollari se Neumann fosse diventato “più folle”.

Nel frattempo, i banchieri di investimento incaricati della prevista IPO di WeWork hanno rivelato che le visioni folli alla Neumann non sono coerenti con le figure di un unicorno fortemente indebitato come WeWork. I banchieri di Wall Street dovevano portare le forti riserve della comunità degli investimenti a Neumann e al capo di Softbank – e WeWork divenne una ristrutturazione durante la notte.

MBS ha mostrato un po ‘più di acume negli affari di Son in termini di Softbank e Vision Fund: paga il suo prestito di 40 miliardi con un interesse del 7%. Non ha partecipato al salvataggio di WeWork.

Le visioni reali accadono sempre

Eppure anche il principe ereditario saudita sembra accecato dalle visioni: ha fissato un prezzo fantastico per la compagnia petrolifera saudita-Aramco al fine di mettere quanti più fondi possibile per la trasformazione del Petro-Regno in un moderno stato high-tech.

I banchieri di investimento a Riyadh ora dovevano trasmettere il messaggio che la comunità degli investitori internazionali non ha ingoiato la storia degli investimenti di Aramco. Le loro descrizioni imbarazzanti delle reazioni dei superiori sauditi concludono. Crown Prince MBS fa sempre affari con la premessa che devono adattarsi alle priorità reali.

Queste sono lezioni che dovrebbero estromettere dagli incidenti sia banche come CS e UBS che altri interessi commerciali svizzeri in Arabia Saudita.