Dalle “app” alle filiali “boutique”: la nuova banca corteggia il cliente connesso

JAVIER DE LA CRUZ elpais.com 27.11.19

La tecnologia e i dispositivi mobili hanno trasformato il rapporto delle istituzioni finanziarie con i loro utenti, che richiedono maggiore libertà e autonomia. Il Banco Santander Work Café, a metà strada tra l’ufficio e la caffetteria, sintonizza questo profilo

I dispositivi mobili hanno radicalmente modificato il modello di distribuzione aziendale del settore bancario. ISTOCK

L’emergere delle tecnologie dell’informazione e la generalizzazione del loro uso nella società hanno segnato da tempo lo sviluppo del settore finanziario. Quindi, l’aspirazione di molte entità a diventare piattaforme o reti digitali che consentono all’utente di affrontare tutte le proprie esigenze finanziarie in modo autonomo e senza la necessità di muoversi.

Assistiamo alla cosiddetta quinta rivoluzione bancaria. Ufficialmente, è nato nel 2012. L’interruzione digitale da allora ha generato un cambiamento nel modello di business e nell’approccio alle strategie di redditività, reputazione, regolamentazione e sicurezza informatica.

Secondo gli analisti, ci sono diverse chiavi per realizzare questa trasformazione. Innanzitutto, “è necessario passare da una visione centrata sull’individuo come azienda a una visione centrata sul globale”, secondo il rapporto The Future of the Sector, di Vodafone, in cui Manuel Cantalapiedra e Francisco Pérez, direttore di Innovazione di Santander Spagna  e direttore della strategia nell’area di investimento di Santander Spagna, rispettivamente.

“La competizione per i talenti diventerà uno dei principali campi di battaglia nel mondo finanziario”, prevede il documento di fronte alla sfida della conversione delle banche in piattaforme. Inoltre, avverte che “soddisfare le esigenze di nuove conoscenze e competenze richieste dal mercato del lavoro sarà sempre più complicato”.

Entità che sanno combinare soluzioni tecnologiche, come i big data , l’intelligenza artificiale o la blockchain, tra gli altri, raggiungeranno “una crescita finanziaria tre volte superiore a quella dei loro concorrenti meno analitici”, afferma. Fondamentalmente, la spina dorsale di questa strategia è quella di conoscere il cliente in profondità e rilevare le sue esigenze.

Operare dal telefono

La generalizzazione dei dispositivi mobili sta cambiando radicalmente il modello di distribuzione aziendale del settore bancario. I client sono già connessi in modo permanente. “Vogliono operare in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo, sono abituati a esperienze digitali e utilizzano più dispositivi e applicazioni”, ricorda lo studio.

In questo contesto, gli esperti avanzano che la sicurezza informatica è diventata una delle maggiori preoccupazioni del settore, dato che gli incidenti relativi a quest’area possono causare perdite economiche alle entità e portare a una serie di danni “, come la perdita di dati, danni alla reputazione aziendale o perdite di informazioni riservate “.

Il miglioramento di nuove applicazioni per dispositivi mobili è una delle maggiori sfide che le banche devono affrontare. È un territorio in continua effervescenza. Tramite il telefono cellulare, è possibile già effettuare trasferimenti e trasferimenti, pagamenti con carta, ricerca bancomat, controllo e gestione dell’account o operazioni di investimento.

Questa rapida trasformazione delle banche in piattaforme digitali, insieme a un cambiamento di mentalità, ha alterato la tradizionale fisionomia delle entità. Lo sviluppo di sistemi di pagamento e nuove applicazioni digitali limita la necessità di istituti fisici. Secondo i dati della Banca di Spagna, alla fine dello scorso anno il sistema finanziario spagnolo aveva 26.011 filiali, il valore più basso dal 1980. Nel 2008, ad esempio, il numero di uffici bancari ha raggiunto il suo massimo storico: 45.707, quasi 19.700 in più rispetto ora. Tutto è successo in un decennio.

Apri un account con la pasticceria dell’autore

Non è cambiato solo il modello del rapporto delle banche con i loro clienti nel mondo digitale. Lo ha anche fatto nel campo fisico, come testimoniato dall’emergere di nuovi concetti. Work Café, creato da Banco Santander, è uno di questi. L’entità lo definisce come “uno spazio collaborativo aperto a tutti, dove è possibile lavorare, connettersi a Internet, tenere riunioni, partecipare a eventi e, naturalmente, prendere accordi finanziari”. Lo stabilimento, aperto sia ai clienti che alle persone che non lo sono, ha un team bancario che serve in loco e offre anche la possibilità di assaggiare caffè di alta qualità e pasticceria d’autore.

L’idea è nata in Cile. Oltre a dare attuazione a questa proposta rivoluzionaria, l’entità l’ha spostata in Brasile, Argentina, Portogallo, Regno Unito e Spagna. I cinque caffè di lavoro che il nostro paese ha sono a Madrid, in: Plaza de los Sagrados Corazones, 1; Velázquez, 31; Conte di Peñalver, 46; Paseo de Recoletos, 19; e Luis Moya Blanco, 20 anni, a Valdebebas.

Secondo il Banco Santander, l’apertura di conti in questo nuovo tipo di filiali è da due a quattro volte superiore a quella dell’ufficio tradizionale. In Spagna, il numero di clienti sta aumentando a un buon ritmo, con tassi di crescita che raggiungono le doppie cifre e tra i piani dell’entità c’è l’inaugurazione di più uffici con queste caratteristiche.

DESIGN DA UFFICIO, BAR O COWORKING?

Interno di un Work Café del Banco Santander. SANTANDER

Al Banco Santander Work Cafes, i visitatori possono lavorare con una connessione Internet illimitata tramite Wi-Fi, eseguire procedure finanziarie, partecipare a eventi programmati dall’entità, tenere riunioni di lavoro ed eseguire tutti i tipi di procedure finanziarie bevendo caffè e caffè. Sono frequentati da esperti baristi.

Il design architettonico degli interni, accogliente e chiaramente differenziale, traduce l’idea di un nuovo concetto di spazio bancario. L’entità non ha inoltre trascurato i produttori locali e ha assicurato che i fornitori degli stabilimenti fossero spagnoli. L’obiettivo, dopo tutto, è che il cliente “non va in banca per necessità, ma vuole entrarci”, spiega Santander.

In ogni Work Café, gli spazi di coworking consentono ai professionisti con competenze e interessi comuni di lavorare fianco a fianco e creare opportunità comuni. Gli angoli per i progetti collaborativi e le stanze di riserva sono attraenti per questi profili, poiché possono intrecciare reti di contatti o semplicemente trovare un’atmosfera rilassata circondata da persone affini. Questo tipo di filiali, con una filosofia boutique, non aspira solo a preservare i clienti più tradizionali. Vuole anche attrarne di nuovi, come quelli che sicuramente non entrerebbero mai in un ufficio convenzionale. Gli orari di apertura lo facilitano anche. Chiunque può avvicinarsi a questi stabilimenti dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.00 e il sabato dalle 9.30 alle 14.00.