Siemens realizza con il trucco del marchio 9,5 miliardi di euro

Gerhard Hegmann welt.de

Siemens ha presentato dati brillanti nell’ultimo esercizio finanziario, con dividendi e riserve in crescita. Ora diventa chiaro da dove proviene una parte del profitto di miliardi: un nodo di prenotazione con diritti sul tuo nome.

S

iemen, è considerato un esperto finanziario che non dà praticamente pace al gruppo tecnologico. Costantemente ricostruito, diviso o venduto, anche per generare reddito. La maggior parte di questo accade in pubblico, ma ci sono anche transazioni in silenzio.

Pertanto, il gruppo ha raccolto internamente un miliardo di tesori dopo la ricerca WELT: il marchio Siemens è stato trasferito per 9,5 miliardi di euro a una società del Gruppo appositamente fondata. Ciò ha comportato un guadagno speciale dello stesso importo presso la società madre Siemens AG , come indicato nella relazione commerciale appena presentata.

Il cambiamento di miliardi di dollari nella contabilità sta aiutando Siemens a aumentare ancora una volta il suo dividendo per l’esercizio 2019, conclusosi a fine settembre. E questo, senza attaccare le riserve. Inoltre, rimane abbastanza denaro per mettere sei miliardi di euro nelle riserve. Il pagamento per azione sarà aumentato di dieci centesimi a 3,90 euro, per un costo complessivo di 3,2 miliardi di euro.

“Come risultato di questa misura, le attività di Siemens AG saranno aumentate di quasi dieci miliardi di euro e il potenziale per un pagamento sarà creato a spese del futuro”, afferma un esperto di una società di revisione che desidera rimanere anonimo. “Tuttavia, questo passaggio è possibile solo una volta.” In senso figurato, Siemens utilizza argenteria all’interno del gruppo.

La somma mostra che il nome della società globale di 172 anni appartiene ai marchi più preziosi e conosciuti a livello internazionale . Tuttavia, secondo la legge tedesca sulle società per azioni, il valore dei propri marchi potrebbe non essere incluso nel bilancio consolidato. Tuttavia, il capo della Siemens Kaeser e il direttore finanziario Ralf Thomas hanno trovato la strada attraverso la filiale, come era praticamente possibile attraverso la porta sul retro.

In particolare, Siemens AG ha trasferito un pacchetto di marchi a Siemens Trademark GmbH & Co. KG a gennaio 2019 attraverso un contributo in natura. Un parere ha stimato il valore del marchio in quasi dieci miliardi di euro, che è stato registrato come “altro reddito operativo”, senza che il denaro fluisse. In cambio, Siemens AG ha acquisito quote del marchio.

Lo spin-off del marchio ricorda le offerte di vendita e locazione

n futuro, Siemens AG dovrà pagare i diritti di licenza al marchio per l’utilizzo del marchio . Nell’esercizio finanziario 2019, questi erano poco meno di 600 milioni di euro da gennaio a fine settembre. Da un punto di vista fiscale, il processo inizialmente non è particolarmente degno di nota.

Tuttavia, una volta venduto il marchio Siemens, le tasse dell’ordine di 1,5 miliardi di euro sarebbero dovute. Si dice che il contratto per l’uso interno del marchio, incluso il pagamento, sia indefinito. Quindi il tesoro non può sperare che sarà effettivamente in vendita.

La strategia di riacquisto con il proprio marchio è simile al noto processo di vendita e leasing in base al quale le società vendono i propri beni immobili e poi li riprendono in locazione. Nel caso di Siemens, tuttavia, il gruppo rimane proprietario del suo prezioso nome.

Nel calcolare il valore del marchio monetario, il perito determinerà quali costi di licenza sarebbero dovuti per un marchio comparabile. Si aspetta royalties con una certa percentuale sul massimo delle vendite future. I revisori hanno seguito da vicino il processo nel bilancio di quest’anno prima di dare la loro piena approvazione.

Kaeser, CEO di Siemens, aveva spesso fatto riferimento all’importanza del marchio come elemento base del gruppo, di cui spezza sempre di più le strutture precedenti.

Marchio per la divisione prevista nel settore energetico entro l’autunno 2020. Questo nuovo gigante dell’energia quotato opererà quindi come Siemens Energy , sebbene la società madre non voglia più essere un azionista di maggioranza. Finora non si sa quanto Siemens Energy debba pagare per il nome di fama internazionale. È considerato un apriporta in molti paesi.