«A causa dei tassi negativi, la politica monetaria sta finendo la benzina»

tio.ch 9.12.19

Depositphotos

Parola del capo economista della Banca dei regolamenti internazionali, Claudio Borio: «Sono controproduttivi e devono restare un’eccezione»

Rispondendo a un domanda sui tassi Borio ha affermato che «a lungo andare i tassi di interesse negativi sono controproduttivi: sono incompatibili con un’economia di mercato e debbono rimanere un’eccezione».

Per Borio non si rischia una recessione ma un peggioramento del rallentamento economico. L’esperto spiega che «gli allentamenti sul fronte commerciale sono un fattore positivo per i mercati ma come abbiamo sottolineato nel nostro recente rapporto le trattative sono imprevedibili e l’incertezza dovrebbe perdurare».

«Molto dipenderà dall’andamento dei profitti mondiali e dal livello dei tassi di interesse. Un rallentamento dei profitti e un aumento dei tassi di interesse potrebbero essere il fattore scatenante».