“Afghanistan Papers”

Hans-Jürgen Jakobs Handelsblatt.com 10.12.19

La prima vittima di una guerra è conosciuta per essere la verità . Il “Washington Post” di Washington descrive quali lievi baroni erano attivi a Washington quando si trattava di pungere i cittadini sulla campagna in Afghanistan . Successivamente, i funzionari hanno fatto dichiarazioni rosee che sapevano che erano sbagliate . La fonte è un rapporto governativo interno non pubblicato, i motivi più significativi di fallimentoA 18 anni seguì l’Afghanistan. Dopo tre anni di battaglia legale, il giornale ha scoperto che i documenti possono essere utilizzati giornalisticamente. Tipicamente la dichiarazione di un generale a tre stelle agli intervistatori di stato: “Cosa stiamo facendo qui? Non avevamo la minima idea di cosa stessimo facendo “.

Quella di nuovo parlata, fu il primo successo. Il secondo successo è la fine della lotta armata in Ucraina orientale, entro la fine del 2019 , i quattro rappresentanti ai quali la Germania, la Russia, la Francia e l’ Ucraina la scorsa notte a Parigi concordato. I rappresentanti delle quattro potenze parlano di una tranquilla speranza di “aver superato il tempo di fermo”, ha dichiarato il cancelliere Angela Merkel . Era “soddisfatto”, ha detto il presidente Vladimir Putin – e il suo omologo di Kiev, Volodimir Selensky, elogi nel nuovo Kanongesang, erano state concordate “cose realistiche”. Ciò include uno scambio di prigionieri .

Alle prossime Olimpiadi solo gli atleti russi vinceranno medaglie, ma non il paese stesso. Questa è la bizzarra conseguenza di anni di lavoro dell’agenzia mondiale antidoping Wada , che si è lamentata della manipolazione dei dati di laboratorio e ha quindi bloccato la Russia per quattro anni per le Olimpiadi e i campionati mondiali . Alla Coppa del mondo di calcio del 2022 in Qatar, una squadra russa avrebbe quindi iniziato con una bandiera neutrale. Il primo ministro russo Dmitry Medvedev ammette notevoli problemi con il doping, ma critica la dura punizione come “isteria anti-russa”.

È il fantasma del settore finanziario, un non morto di politica, discusso a livello internazionale per dieci anni e promesso ancora e ancora alla gente. Ora il ministro delle finanze federale Olaf Scholz vuole davvero prendere sul serio la tassa sulle transazioni finanziarie , come scrive la “Süddeutsche Zeitung” . L’uomo che ha fallito come capo SPD tra i suoi, ha ora redatto un disegno di legge e lo ha presentato ai colleghi in dieci stati dell’UE. In base a ciò, in futuro verrà sostenuta un’imposta sugli acquisti di azioni , pari allo 0,2 per cento sui titoli di società del valore di oltre un miliardo di euro. Il progetto Scholz grava sui cittadini che sono iHa poco a che fare con il piano originale di frenare le false speculazioni sul mercato finanziario globale. Sono invece circa 1,5 miliardi, che devono essere acquisiti con una bella etichetta per finanziare la pensione di base .

Il declino politico in Cina sta prendendo il sopravvento sulla scienza . Ricercatori tedeschi fanno sempre più fatica a cooperare con gli istituti cinesi , si lamenta Hans-Christian Pape , presidente della Fondazione Alexander von Humboldt: “Dopo un periodo di apertura stiamo assistendo a una re-ideologizzazione “. Non potrebbe essere che una cooperazione di ricerca usa solo una pagina. Chiaro segno di nuove tensioni : la Fondazione tedesca per la ricerca non ha ancora aperto un ufficio cinese ben pianificato, come abbiamo appreso. Ma è anche indiscusso che un tale periodo di freddopresenta svantaggi significativi. “La Cina oggi possiede alcune delle infrastrutture di ricerca uniche al mondo”, afferma Martin Stratmann , presidente della Max Planck Society. Confucio può essere d’aiuto da entrambe le parti : “Parlando male degli altri, non ti rendi migliore”.

Il difficile investimento del gruppo Bayer nella società scandinava statunitense Monsanto è legato soprattutto a Werner Baumann . Se le cose andranno bene, tuttavia, il CEO verrà ricordato come qualcuno che ha ridimensionato il Leverkusen sulla sostenibilità . Nel commento degli ospiti di Handelsblatt , annuncia che Bayer dovrebbe diventare una società a emissioni zero entro il 2030 . Soprattutto, l’elettricità verde e l’efficienza energetica sono all’ordine del giorno. “Non possiamo rispondere alla politica nazionale sul climaaspetta “, scrive Baumann,” non si tratta di ciò che i governi ci chiedono, ma di ciò che riconosciamo come la cosa giusta “. Il gestore annuncia inoltre la promozione dei piccoli proprietari nei paesi in via di sviluppo e l’accesso alla contraccezione per 100 milioni di donne .

Nella loro retorica, i politici hanno saltato a lungo sulla tendenza della catastrofe climatica, solo le loro auto di servizio non te ne accorgi. Nessuno degli organi politici esaminati avrebbe rispettato il limite di flotta applicabile di 130 grammi di CO2 per chilometro, ha denunciato l’ aiuto ambientale tedesco . Tra i ministri federali era responsabile del traffico Andreas Scheuer (CSU) con 258 grammi di top rider negativi; Guida un modello ibrido BMW 745Le xDrive. I colleghi con una BMW 745e iPerformance ottengono punteggi appena migliori di 200 grammi. Dopotutto, tre ministri di stato usano un’auto elettrica pura : il ministro dell’Ambiente Thorsten Glauber(Baviera) e Franz Untersteller (Baden-Württemberg) e a Stoccarda il ministro dei trasporti Winfried Hermann . L’imitazione non è avvertita.

E poi c’è “The Squaire” all’aeroporto di Francoforte, un grande edificio che si inarca sopra la stazione ferroviaria, che lo rende la proprietà più scambiata in Germania . Ciò deriva da un accordo che la Blackstone di Stephen Schwarzman ha fatto ora: gli americani hanno rimborsato 940 milioni di euro per il complesso e sono quindi circa 300 milioni rispetto alla transazione più costosa intorno all’edificio per uffici di Francoforte “The Wave” . In “The Squaire”, una parola creata da “Square” e “Air”, la società di investimento AGC ottiene il contratto. Qui dominano con il 40 percento di donatori sudcoreani, incluso ilGruppo finanziario Hana . “Pensa in grande” apparentemente significa avere la più grande proprietà in questi tempi.