Credit Suisse: la spia che mi ama (non di più

finews.ch 10.12.19

Il Credit Suisse persegue ancora uno scandalo sulla corruzione più di dodici anni fa. Un ex dipendente e un condannato chiedono soddisfazione alla grande banca per un valore di 90 milioni di franchi.

Negli anni successivi alla caduta della cortina di ferro, prevalgono le condizioni negli ex paesi del blocco orientale, come nel “selvaggio Oriente”. Con la privatizzazione delle imprese statali, i miliardari sono nati da un giorno all’altro. In primo piano: le banche di investimento occidentali, che hanno intrecciato e strutturato le operazioni, anche il Credit Suisse (CS).

Non è sempre stato giusto – e un caso particolare di corruzione statale in Romania persegue oggi CS. Come riporta l’agenzia di stampa “Bloomberg” , un ex banchiere d’investimento CS ha fatto causa al suo ex datore di lavoro a circa 90 milioni di franchi.

Spia condannata e condannata

Vadim Benyatov è il nome di un uomo, un doppio cittadino azero-americano che aveva ottenuto contratti per CS nel boom degli anni Zero nei paesi dell’Europa orientale.

Benyatov è ora una piccola celebrità in Romania – è una spia condannata e condannata. La sua pena detentiva pluriennale in Romania, tuttavia, non è mai avvenuta. Imminente spedizione dal Regno Unito alla Romania, è fuggito nel 2015 fuggendo a Los Angeles.

Non guidare nemmeno per Uber

Lì Benyatov ora vive un’esistenza insoddisfacente: non potrebbe nemmeno essere per il tassista Uber, poiché il caso giudiziario lungo più di nove anni e la sua condanna erano disponibili al pubblico. Ottenere una licenza dalle autorità di vigilanza SEC o FCA per poter lavorare di nuovo come banchiere era senza speranza.

Colpa CS, il suo ex datore di lavoro. Il CS non gli aveva fornito assistenza legale negli anni durante la controversia legale. Ora vuole i soldi del CS per i suoi salari persi, 89,5 milioni di dollari.

L’accordo di privatizzazione è andato storto

Il CS ha richiesto al tribunale di respingere la causa. Ha pagato gli avvocati di Benyatov e il suo salario mentre era in prigione a Bucarest. Ripeté che CS lo aveva fatto solo per testimoniare a favore della banca.

Benyatov è stato arrestato nel 2006 all’Hilton Hotel di Bucarest, insieme a un consulente di nome Stamen Stancev . L’accusa era di spionaggio industriale. I due avevano lavorato all’accordo di privatizzazione della compagnia telefonica rumena Romtelecom.

Il CS aveva ricevuto poco dopo una lettera dell’allora ministro delle comunicazioni rumeno e dell’IT Zolt Nagy . Sarebbe meglio sciogliere l’accordo tra CS e Romania – a causa di potenziali conflitti di interesse.

Erano tutti sotto lo stesso tetto

Come rivelò in seguito l’indagine, Nagy faceva parte della trama, così come l’allora ministro dell’Economia, Codruţ Sereş . Entrambi sono stati condannati a diversi anni di reclusione nel 2015, tra cui Benyatov e Stancev. Pene erano state anche pronunciate contro altri ex banchieri d’investimento CS, Michal Susak e Mircea Flore .

I ministri rumeni avevano deliberatamente consegnato le informazioni sulle privatizzazioni pianificate ai banchieri CS. Di conseguenza, la Banca svizzera ha vinto contratti in Romania, compresi quelli della prevista IPO di Romtelecom.

Il CS ha dichiarato che le richieste di Benyatov erano infondate e che la banca si sarebbe difesa a tutti i costi.