I bassi tassi di interesse stanno causando problemi a Deutsche Bank

spiegel.de 10.12.19

Deutsche Bank soffre di bassi tassi di interesse ma non vuole rinunciare ai suoi obiettivi di rendimento per il 2022. In futuro, i clienti dovranno sempre più fare i conti con tassi di interesse negativi.

Michael Probst / AP

Deutsche Bank è alle prese con bassi tassi di interesse – che mettono a dura prova anche i clienti

La banca tedesca ottiene quanto originariamente pensato nella loro ricostruzione in corso con le sfide più forti da fare. A causa dell’inasprimento dei bassi tassi di interesse nella zona euro, è improbabile che il reddito della banca centrale cresca quanto previsto nei prossimi anni.

Sebbene la banca voglia attenersi agli obiettivi di rendimento dell’8% per il 2022, ma questi sono diventati “ambiziosi”, ha scritto Christian Sewing, CEO di Deutsche Bank, in una lettera ai dipendenti.

L’onere del direttore generale dei tassi di interesse ancora più basso Sewing vuole in gran parte compensato dal fatto che la banca estende la sua attività di prestito e trasmette interessi negativi in alcuni casi a clienti aziendali e ricchi clienti privati. Soprattutto nelle banche retail e corporate, i bassi tassi di interesse dovrebbero deprimere gli utili, hanno affermato.

La speranza nei momenti difficili attira il cucito dal ritorno di clienti importanti. “Più di tre dozzine di società e grandi clienti istituzionali hanno deciso di tornare da noi negli ultimi mesi.”

Deutsche Bank vuole ridurre i costi entro il 2022 di sei miliardi di euro

Tuttavia, secondo le sue stesse dichiarazioni, la banca sta facendo buoni progressi nella sua ristrutturazione su larga scala. “Non siamo solo nei tempi previsti per l’attuazione della nostra strategia, ma abbiamo compiuto progressi ancora più rapidi del previsto in diversi settori”, ha scritto Sewing ai dipendenti.

Il cucito ha ribadito l’obiettivo di ridurre i costi adeguati della Banca da 6 a 17 miliardi di euro entro il 2022. Nell’anno in corso, dovrebbero scendere a 21,5 miliardi di euro, il prossimo anno a 19,5 miliardi di euro. I miliardi di oneri per la conversione e le relative perdite di posti di lavoro non sono inclusi nelle somme. A causa degli elevati costi, quali i TFR e gli ammortamenti, la direzione prevede una perdita significativa per l’anno in corso .

La Banca intende inoltre semplificare il segmento dei clienti privati della banca, che conta circa 20 milioni di clienti. I costi nel settore dei clienti privati dovrebbero diminuire entro il 2022 di 1,4 miliardi di euro. Allo stesso tempo, il management prevede ricavi stagnanti di circa 5,1 miliardi di euro.

Molti dipendenti devono lasciare il gruppo come parte della ristrutturazione. Dall’estate, la banca ha nella lista degli scioperi 18.000 posti di lavoro.

FLG / dpa