BlackRock, la pipì degli avversari della riforma delle pensioni

Bastien Bouchaud lesechos.fr 12.12.19

Nei giorni scorsi BlackRock è coinvolto nella controversia sulla riforma delle pensioni.

Richard B. Levine / Newscom / SIPA

Questa è una controversia che BlackRock avrebbe fatto bene. Negli ultimi giorni, il principale gestore patrimoniale mondiale è stato coinvolto nel  dibattito sulla riforma delle pensioni.  “BlackRock soffia il suo consiglio per la capitalizzazione dall’orecchio del potere”, denuncia Mediapart, che accusa il manager di voler “dinamizzare la pensione come si va”.

“Un gigante americano della finanza per l’assalto ai ritiri dei francesi”, ha superato L’Humanité. Il deputato repubblicano dell’Eure-et-Loire, Olivier Marleix, ha persino trasferito in Parlamento le opportunità offerte dal direttore alla riforma delle pensioni. “Se la tua riforma volge al termine, l’attività di BlackRock in Francia avrà un enorme impulso”, ha detto durante le domande al governo.

Queste accuse sono radicate in  una nota pubblicata da Black Rock lo scorso giugno, sulla scia della riforma del risparmio pensionistico. “Pact Law: il giusto piano pensionistico”, ha poi entusiasmato la società con oltre 6.900 miliardi di dollari di attività. L’obiettivo dell’armonizzazione dei prodotti previdenziali integrativi è di aumentare le risorse gestite nel settore da 230 miliardi di euro a oltre 300 miliardi entro il 2022.

Le entrate elevate hanno spinto verso la capitalizzazione

Un obiettivo che potrebbe beneficiare di una spinta nell’ambito della riforma attualmente in discussione. I redditi più alti non dovrebbero più contribuire alla pensione da parte della loro retribuzione superiore a 10.000 euro al mese. Se vogliono compensare questa perdita di diritti a pensione,  dovranno risparmiare .

Tutta questa attenzione mette in imbarazzo il manager americano. “Non commentiamo questi articoli, che altrimenti sarebbero inaccurati”, afferma un portavoce. Il gruppo ha dichiarato di essere stato preso di mira ingiustamente perché, nella sua nota di giugno, ha stimato che il sistema pay-as-you-go sarebbe rimasto “al centro dei risparmi pensionistici francesi”. Non è il solo  interessato alle opportunità offerte dalla legge sul patto . Tutti i dirigenti e gli assicuratori sono sul marciapiede.